Fondi Russia, Di Maio e la questione morale  

Pubblicato da in data 11 Luglio 2019

Fondi Russia, Di Maio e la questione morale

(Fotogramma /Ipa)

Pubblicato il: 12/07/2019 10:10

“Noi ci aspettiamo massima trasparenza, non siamo mai finiti in storie del genere, perché abbiamo reso sempre tutto tracciabile e aperto”. Lo sottolinea il vice premier e ministro Luigi Di Maio in un passaggio del forum pubblicato oggi dal “Fatto quotidiano” che da grande risalto alla vicenda dei rapporti della Lega con gli emissari di imprenditori russi, titolando “Rubli? Come Siri e Rixi: M5S rigido sulla questione morale”.

Proprio sulle vicissitudini giudiziarie dell’ex sottosegretario al Mit, Di Maio puntualizza: “Sul caso Siri abbiamo dimostrato quanto siamo rigidi. E per quanto riguarda i 49 milioni, io non avrei concesso la dilazione della restituzione dei soldi in 80 anni come ha fatto il Tribunale di Genova. Ma non sono un magistrato”.

“Mi auguro – ha insistito Di Maio – che possano essere chiariti tutti gli aspetti della vicenda. So che c’è un audio”, specificando che pur avendo incontrato ieri Matteo Salvini nella riunione di governo sulla riforma delle Autonomie “non abbiamo parlato di questo. I chiarimenti glieli abbiamo chiesti pubblicamente“.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background