Borsa: Piazza Affari positiva grazie al calo dello spread, Enel ai massimi da febbraio 2008  

Pubblicato da in data 17 Luglio 2019

Piazza Affari migliore in Europa grazie a banche e utility

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 18/07/2019 18:32

Seduta caratterizzata dagli acquisti quella odierna per il FTSE Mib, con l’indice di riferimento di Borsa Italiana che ha archiviato gli scambi a 22.090,81 punti (+0,05%). Il basket tricolore ha sovraperformato i principali indici di Borsa del Vecchio Continente, con il DAX tedesco che ha lasciato sul terreno lo 0,92% e il CAC40 lo 0,38%.

A sostenere i corsi di Piazza Affari ha contribuito la nuova discesa dello spread tra il BTp e il Bund tedesco: il differenziale tra i due decennali ha lambito i 180 punti base, archiviando la giornata di Borsa a 185,40 punti. Si tratta dei valori minimi da metà maggio 2018. Il calo dello spread è legato alla discesa dei rendimenti del BTp, con il tasso del decennale tedesco sceso sotto la soglia dell’1,60% dai 3,57% di un anno fa.

L’arretramento dello spread ha sostenuto i corsi dei titoli bancari e di quelli delle utility. Per quanto riguarda il comparto bancario, a sostenere le quotazioni hanno contribuito anche attese di misure non convenzionali da parte della BCE e un report di Mediobanca che ha analizzato gli effetti positivi per la redditività degli istituti di credito italiani dal recente calo dello spread. Per gli analisti di Piazzetta Cuccia, Intessa Sanpaolo (+0,34% a 2,05 euro) nel secondo trimestre 2019 registrerà 950 milioni di euro di utile, battendo così del 6% il consensus del mercato posto a 898 milioni.

Venduti invece per alcuni titoli industriali, in primis Prysmian (-2,81%) e Pirelli (-3,06%). A penalizzare le azioni della Bicocca l’alert di alcuni analisti secondo cui la guidance 2019 potrebbe essere a rischio. Male anche i titoli del comparto petrolifero, con Tenaris che ha archiviato la seduta in calo dell’1,73% a 11,355 euro e Saipem dell’1,84% a 4,364. Nel giorno dell’ufficializzazione dell’acquisto di Matthijs de Ligt vendite sul titolo Juventus, con le azioni della squadra di calcio campione d’Italia che ha concluso le contrattazioni a 1,528 euro (-1,48%). (in collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background