“Ho sentito Mario urlare e ho provato a salvarlo”  

Pubblicato da in data 25 Luglio 2019

Il racconto del collega sopravvissuto

Pubblicato il: 26/07/2019 11:28

di Silvia Mancinelli

Poteva morire anche lui, e si è salvato per caso e perché ha reagito alla violenza dell’altro magrebino. Il carabiniere che era di pattuglia insieme al vice brigadiere Mario Rega Cerciello, ucciso stanotte vicino piazza Cavour a Roma, ha raccontato così ai colleghi e ai superiori come sono andate le cose. Lo ha fatto a caldo immediatamente dopo l’aggressione. Questa la sua ricostruzione dei fatti. Tutto sarebbe iniziato “con un borseggio a piazza Mastai, la vittima viene derubata di borsello e cellulare, denuncia il furto ai carabinieri dopo aver chiamato il suo cellulare rubato dai due magrebini. Al telefono i ladri gli avevano dato appuntamento vicino a piazza Cavour per la restituzione in cambio di una somma di denaro”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background