Berlusconi lancia coordinamento a 5, Toti non c’è  

Pubblicato da in data 31 Luglio 2019

Berlusconi lancia coordinamento a 5, Toti non c'è

(Fotogramma /Ipa)

Pubblicato il: 01/08/2019 16:23

Il presidente Silvio Berlusconi, “preso atto che il Tavolo delle regole per il nuovo Statuto di Forza Italia ha terminato i suoi lavori ed alla luce del suo esito, ha deciso la nomina di un Coordinamento di presidenza”. E’ quanto si legge in una nota del leader azzurro, che annuncia la costituzione del nuovo organismo direttivo a 5 senza Giovanni Toti, che oggi ha lanciato la sua ‘profezia’: “Temo – ha sostenuto – che sarà la giornata più brutta per Forza Italia”.

“A superamento degli incarichi conferiti in data 19 giugno – spiega il Cav – il Coordinamento sarà costituito dalla senatrice Annamaria Bernini, dalla vicepresidente della Camera dei deputati onorevole Mara Carfagna, dagli onorevoli Mariastella Gelmini, Sestino Giacomoni e dal vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani”.

Intanto, il ‘tavolo delle regole’ ha terminato i suoi lavori, approvando a maggioranza una proposta di modifica dello statuto in vista dei congressi di Forza Italia che si dovranno tenere entro l’anno. La proposta, in tre punti, prevede al primo punto primarie aperte a chi si iscrive 7 giorni prima dei congressi.

Nel dettaglio, il testo prevede: 1) Un’ampia consultazione popolare alla quale potranno partecipare gli eletti, gli elettori, gli attivisti e i simpatizzanti di Forza Italia che siano già iscritti o che decidano di aderire al Movimento fino a sette giorni prima della data dei Congressi; 2) Per velocizzare, semplificare e coinvolgere più persone possibile, dovunque esse si trovino, le adesioni saranno raccolte via web, attraverso un’apposita piattaforma”. Al terzo punto, si legge, ”la consultazione eleggerà su base regionale i coordinatori e i vice coordinatori di ogni Regione ed i delegati al congresso in proporzione alla popolazione regionale e al numero dei votanti. Il Congresso nazionale eleggerà un Coordinamento di presidenza composto di 5 membri, cui saranno delegati i compiti organizzativi. I coordinatori regionali e i vice coordinatori resteranno in carica tre anni”.

Il ‘tavolo delle regole’ ha quindi messo a punto una proposta di modifica dello statuto di Forza Italia che riconosce al leader Silvio Berlusconi la scelta della linea politica e pieni poteri sulla definizione delle liste elettorali. “Resteranno in carico al Presidente i poteri di indirizzo politico e la compilazione delle liste per le elezioni”, si legge a conclusione del testo.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background