#KuToo, il movimento contro i tacchi alti a lavoro  

Pubblicato da in data 31 Luglio 2019

#KuToo, il movimento giapponese contro i tacchi alti a lavoro

(Fotogramma)

Pubblicato il: 01/08/2019 12:22

Mai più tacchi in ufficio. E’ nato in Giappone un movimento che si schiera contro l’obbligo, per le donne, di indossare i tacchi alti nell’ambiente di lavoro. Si chiama #KuToo ed è stato fondato dall’attivista Yumi Ishikawa, scrittrice ed ex modella, che lo scorso gennaio ha dato inizio alla protesta con un semplice tweet. Lei pensava semplicemente di dare voce a una lamentela, come spesso si fa su Twitter, e invece il suo commento ha avuto oltre 30 mila retweet, e ha svegliato le coscienze delle donne giapponesi.

Ishikawa allora lavorava per un’agenzia di onoranze funebri ed era costretta dal lavoro a indossare tacchi per oltre otto ore di fila, rimanendo in piedi. Nel suo tweet aveva dichiarato “assurdo” il dolore che i suoi piedi dovevano subire per volere del suo datore di lavoro, mentre i colleghi uomini potevano tranquillamente indossare scarpe basse. Il disappunto dell’attivista è stato subito raccolto da migliaia di utenti e, in breve, è nato l’hashtag #KuToo.

Il nome è un gioco di parole sul termine ‘kutsu’ che vuol dire sia ‘scarpa’ che ‘dolore’ in giapponese, e ovviamente richiama il più famoso #MeToo delle attiviste americane. Il movimento da internet si è poi spostato nel “mondo reale”, oltre 30 mila firme sono arrivate per una petizione che obblighi i datori di lavoro giapponesi a lasciare scelta alle dipendenti sui tacchi.

Anche il ministero di Salute, Lavoro e Welfare giapponese è stato interpellato da #KuToo – riporta BBC – con la richiesta di formulare una legge che vieti le pressioni sull’abbigliamento femminile. Ma sembra che la risposta, per ora, sia stata poco entusiasta. Il ministro avrebbe ribadito che i tacchi sono “necessari e appropriati”, sospendendo per ora la discussione. Ishikawa però non si ferma e le donne, negli uffici, continuano a farsi sentire.


Opinioni dei lettori
  1. cephalexin cost   On   18 Ottobre 2019 at 15:15

    All antibiotics are divided into several groups, depending on the activity of substances, their distribution in the tissues and the mechanism of action. Cephalosporins. Strong enough antibiotics, but often cause allergies. Have a wide range of actions. https://cephalexin.top/

  2. comprar viagra generico   On   2 Ottobre 2019 at 23:49

    Esta dificultad recibe distintos nombres: impotencia (un nombre ya en desuso), disfunción eréctil, o problemas de erección. Muchos médicos sugieren que la elección de los tratamientos para la impotencia o disfunción eréctil que han de seguirse deberían ir de menos a más invasivo.

  3. comprar cialis   On   10 Agosto 2019 at 10:06

    Otras causas personales, como la vergüenza a mostrar el cuerpo con naturalidad, trabas de tipo social o religioso, o la falta de comunicación en la pareja, podrían influir. La disfunción eréctil afecta a millones de hombres.

  4. viagra genérico   On   9 Agosto 2019 at 14:39

    Ante cualquier anomalía física, el tratamiento de la misma puede solucionar el problema de la impotencia. La persona que sufre Disfunción Eréctil no consigue disfrutar de sus relaciones sexuales, se siente culpable por las dificultades sexuales con su pareja y suele evitar el contacto sexual.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background