#KuToo, il movimento giapponese contro i tacchi alti a lavoro  

Pubblicato da in data 31 Luglio 2019

#KuToo, il movimento giapponese contro i tacchi alti a lavoro

(Fotogramma)

Pubblicato il: 01/08/2019 12:22

Mai più tacchi in ufficio. E’ nato in Giappone un movimento che si schiera contro l’obbligo, per le donne, di indossare i tacchi alti nell’ambiente di lavoro. Si chiama #KuToo ed è stato fondato dall’attivista Yumi Ishikawa, scrittrice ed ex modella, che lo scorso gennaio ha dato inizio alla protesta con un semplice tweet. Lei pensava semplicemente di dare voce a una lamentela, come spesso si fa su Twitter, e invece il suo commento ha avuto oltre 30 mila retweet, e ha svegliato le coscienze delle donne giapponesi.

Ishikawa allora lavorava per un’agenzia di onoranze funebri ed era costretta dal lavoro a indossare tacchi per oltre otto ore di fila, rimanendo in piedi. Nel suo tweet aveva dichiarato “assurdo” il dolore che i suoi piedi dovevano subire per volere del suo datore di lavoro, mentre i colleghi uomini potevano tranquillamente indossare scarpe basse. Il disappunto dell’attivista è stato subito raccolto da migliaia di utenti e, in breve, è nato l’hashtag #KuToo.

Il nome è un gioco di parole sul termine ‘kutsu’ che vuol dire sia ‘scarpa’ che ‘dolore’ in giapponese, e ovviamente richiama il più famoso #MeToo delle attiviste americane. Il movimento da internet si è poi spostato nel “mondo reale”, oltre 30 mila firme sono arrivate per una petizione che obblighi i datori di lavoro giapponesi a lasciare scelta alle dipendenti sui tacchi.

Anche il ministero di Salute, Lavoro e Welfare giapponese è stato interpellato da #KuToo – riporta BBC – con la richiesta di formulare una legge che vieti le pressioni sull’abbigliamento femminile. Ma sembra che la risposta, per ora, sia stata poco entusiasta. Il ministro avrebbe ribadito che i tacchi sono “necessari e appropriati”, sospendendo per ora la discussione. Ishikawa però non si ferma e le donne, negli uffici, continuano a farsi sentire.


Opinioni dei lettori
  1. comprar viagra generico   On   2 Ottobre 2019 at 22:45

    Ondas de choque: son ondas de baja energía que aplicadas en la región genital producen un efecto beneficioso sobre la circulación sanguínea, pudiendo mejorar la función eréctil. Por tanto, hay hombres en los que se juntan varias causas de disfunción eréctil: la enfermedad cardiovascular y los fármacos que se usan para tratarla.

  2. comprar cialis online   On   10 Agosto 2019 at 20:04

    La terapia con testosterona puede ser tratada como un tratamiento de DE si un hombre tiene niveles por debajo de lo normal de la hormona testosterona. Estos medicamentos DE pueden causar una caída peligrosa e irreversible en la presión arterial si se toman con ciertos otros medicamentos, incluyendo nitroglicerina o cualquier otro nitrato usado para el dolor en el pecho.

  3. viagra genérico   On   9 Agosto 2019 at 19:11

    Durante su primera visita hemos de tener tres objetivos muy claros: Obtener un diagnóstico preciso, en segundo lugar, conseguir explicarle con claridad las causas y el proceso que le ha llevado a la situación actual (debe entender perfectamente como se ha instaurado su disfunción sexual, dado que su conocimiento sobre la problemática será la base sobre la que se apoyará el tratamiento) y por último elaboraremos un plan de tratamiento para las sesiones siguientes. En los casos de Disfunción Eréctil Orgánica, es imprescindible elaborar una historia clínica minuciosa, para poder detectar fácilmente el origen de la problemática y de esta manera proponer el tratamiento más adecuado a su caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background