Tav, Salvini: “Chi vota no sfiducia Conte” 

Salvini minaccia sulla Tav: Con voto contro ne trarremo le conseguenze

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini (Fotogramma)

Pubblicato il: 05/08/2019 11:20

“Non è possibile che mercoledì si voti una mozione contro la Tav, contro il progresso, il futuro, sarebbe un voto contro il governo, contro l’Italia, contro gli italiani, noi ne trarremo le conseguenze, non stiamo al governo per perdere tempo”. Lo ribadisce Matteo Salvini, in piazza a Nerviano, parlando della mozione no Tav dei 5Stelle da mercoledì in Senato.

“Noi siamo qui per fare le cose. Se qualcuno, nonostante gli italiani e i piemontesi abbiano votato, va in Parlamento a voler bloccare la Tav, lo sviluppo futuro e la crescita, si prende una responsabilità”, aggiunge il leader leghista parlando con la stampa questa mattina a margine della visita alla fiera di San Fermo.

“Io stasera sono al Senato per votare il Decreto sicurezza bis – prosegue Salvini – e ne sono felice. Conto che passi, è una legge che serve al Paese. Però nel 2019, dopo che c’è stato il voto regionale in Piemonte, il voto delle europee e dopo che gli italiani si sono espressi chiaramente sul fatto di voler fare le cose, le opere, strade e autostrade, porti, aeroporti e ferrovie, se qualcuno ancora questa settimana viene in Parlamento a dire ‘no, blocchiamo, torniamo indietro’ evidentemente è un problema“.

Quanto alla partita sul commissario europeo che spetta all’Italia “la sta gestendo Conte”, dice il vicepresidente. “Noi abbiamo dato i nostri nomi – dice ancora Salvini -, vogliamo qualcuno che si occupi di lavoro, di economia, di commercio, di agricoltura, di concorrenza e di imprese. Insomma, di qualcosa di concreto, di ‘made in Italy’. Quindi i nomi ce li ha il presidente del Consiglio”.

Salvini ha infine liquidato con un secco “non facciamo i giochini” l’ipotesi, riportata oggi dalla stampa, che il ministero dell’Economia sposti gli 80 euro di Renzi sulla flat tax.