Borsa: Milano sale a suon di indiscrezioni, steccano Fca e Ferragamo  

Pubblicato da in data 15 Agosto 2019

FTSE Mib lanciato nel post-Ferragosto: le banche, Enel e Leonardo trainano l’indice

(Fotogramma)

Pubblicato il: 16/08/2019 17:56

Piazza Affari si lascia alle spalle una seduta caratterizzata dai classici connotati estivi, ossia pochi scambi movimenti amplificati. Per questo è bastata un’indiscrezione apparsa sul Wall Street Journal, secondo cui la Bce starebbe preparando misure straordinarie già da settembre, per far scattare gli acquisti in tutta Europa.

Come sempre in questi casi, grazie al peso della componente bancaria sul listino, Piazza Affari ha quindi fatto meglio delle altre piazze. L’indice FTSE Mib ha chiuso con un ampio +1,51% a 20.322,59 punti. Tutte positive, grazie a questa indiscrezione, le banche italiane.

UBI Banca (+5,62% a 2,217 euro) guadagna la palma di miglior titolo di giornata dopo aver annunciato che è allo studio del management una cartolarizzazione garantita (Gacs) del valore nominale di 1 miliardo di euro. Seduta positiva anche per il comparto utilities e industriale, guidati dalle performance brillanti di Enel (+4,59% a 6,285 euro) e Leonardo (+2,91% a 10,095 euro).

Fra tutto questo entusiasmo emergono però due note stonate di peso. Sono Ferragamo, che chiude con un passivo del -1,89% a 17,145 euro, e FCA (-2,71% a 11,054 euro). Le azioni del Lingotto pagano la debolezza diffusa su tutto il comparto automotive a livello globale.

Sul fronte titoli di Stato si riduce il differenziale fra BTP e Bund. Lo spread in chiusura di seduta veleggia intorno a quota 207 punti base, dai 217 di mercoledì. Postilla sul Bund tedesco il cui rendimento a dieci anni ha segnato un nuovo minimo storico, a -0,72% (-0,4 punti base). (in collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background