Borsa: Piazza Affari mostra i muscoli, spread scende a 182 pb  

Pubblicato da in data 26 Agosto 2019

L’ipotesi di un Conte-bis spinge Piazza Affari

Pubblicato il: 27/08/2019 18:12

L’ipotesi di un Conte-bis favorisce gli acquisti sul listino di Piazza Affari e spinge lo spread a livelli che non si vedevano dal maggio 2018. In un contesto già positivo in scia dell’allentamento delle tensioni commerciai, il listino milanese ha capitalizzato l’ipotesi, che con il passare delle ore diventa sempre più probabile, di un nuovo incarico a Giuseppe Conte. L’ipotesi è avallata anche dal presidente Trump che, su Twitter, ha detto che Conte “ha rappresentato l’Italia in maniera forte al G7”. “Ama tanto il suo Paese –continua il Potus- e lavora bene con gli Stati Uniti. È un uomo pieno di talento che spero resti primo ministro”.

In questo contesto il listino di Piazza Affari ha terminato la seduta a 20.991,30 punti, +1,52% sul dato precedente, mentre il differenziale di rendimento Italia-Germania, il famigerato spread, ha segnato un rosso di oltre 9 punti percentuali a 182 punti base. Per il dato si tratta del livello più basso da oltre un anno.

Fatta eccezione per il -0,12% di Moncler, per il -0,43% di Azimut e per il -1,38% registrato dalle azioni Juventus, segno più per tutti i titoli del Ftse Mib. Acquisti generalizzati sul comparto bancario (+1,35% di UniCredit, +0,42% di Intesa Sanpaolo, +3,29% di Banco BPM e +4,53% di BPER) e sui titoli del comparto auto (+1,33% di FCA, +2,98% di Ferrari e +2,24% di Pirelli).

Nel comparto petrolifero, +0,64% di Eni che, tramite la consociata NAOC (Eni 20%, operatore, NNPC 60%, Oando 20%), ha effettuato una scoperta a gas e condensati nelle sequenze geologiche profonde dei campi di Obiafu-Obrikom, nell’onshore del delta del Niger. La notizia fa il paio con l’aggiudicazione, annunciata ieri, del blocco esplorativo di West Granal, nelle acque profonde del bacino di Kutei, in Indonesia. Oggi Banca Akros ha confermato la valutazione “acquistare” sul titolo e il prezzo obiettivo a 18,5 euro. Valutazione “buy” anche per Banca IMI, che valuta le azioni 20,3 euro. I due target price incorporano rispettivamente un premio di quasi 40 e di oltre 50 punti percentuali.

Incremento più consistente per Saipem (+2,55%) che ha capitalizzato gli acquisti con cui è stata accolta la notizia che TechnipFMC scinderà la parte engineering e da quella che si occupa di costruzioni.

Sopra la parità anche il Brent (+0,12% a 58,19$/barile) mentre sul mercato valutario per acquistare un euro sono necessari 1,1088 dollari, -0,1% rispetto al dato precedente. (in collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background