Borsa: Di Maio gela Piazza Affari, spread a 175 pb  

Pubblicato da in data 29 Agosto 2019

Di Maio spinge il Ftse Mib sotto la parità

Pubblicato il: 30/08/2019 18:16

Dopo una prima parte di rialzi, nel pomeriggio il listino milanese ha invertito la rotta a seguito del brusco stop alle trattative per la formazione del nuovo esecutivo. Nel corso della seconda parte il leader pentastellato Luigi di Maio ha detto che l’unica alternativa ai punti del programma del Movimento sono le urne. L’aut-aut ha provocato l’irritazione del Partito democratico e potrebbe mettere a rischio la nascita del nuovo esecutivo.

Con un movimento antitetico rispetto a quello del Ftse Mib, che ha terminato in calo dello 0,35 per cento a 21.322,90 punti, il differenziale di rendimento Italia-Germania è tornato a crescere portandosi a 175,2 punti base, +3,1 per cento rispetto al dato precedente. Indicazioni negative per il nostro Paese sono arrivate anche dai dati macro relativi tasso di disoccupazione e crescita dell’economia: il primo è salito del 9,8 al 9,9 per cento mentre il Pil del Belpaese non ha fatto registrare variazioni congiunturali (-0,1% nel confronto con il secondo trimestre 2018).

Sul paniere principale la palma di migliore performance è andata a Cnh Industrial (+5,06%). A far scattare gli acquisti sono state le indiscrezioni relative possibili opzioni strategiche per Iveco: i ben informati parlano di uno spin-off o di un’aggregazione con un concorrente. In particolare, un’operazione straordinaria relativa la controllata specializzata nella produzione di veicoli industriali e autobus potrebbe essere annunciata già nel corso del Capital Markets Day in calendario martedì 3 settembre. Per Banca Akros l’ipotesi è “realistica” e rappresenta una “notizia positiva, […] parzialmente scontata” mentre Websim valuta lo scorporo del business dei camion “un fattore positivo per il titolo, che tratta con uno sconto del 20-30% rispetto ai competitor del mercato agricolo”.

Tra le utilities, -0,57% di Enel che, tramite la controllata indiana si è aggiudicata il diritto di siglare un contratto di fornitura di energia della durata di 25 anni per un parco eolico da 190 MW in India. Il parco eolico, che dovrebbe entrare in esercizio nel secondo semestre del 2021, sarà in grado di generare più di 700 GWh di energia rinnovabile ogni anno.

Vendite diffuse su Atlantia (-2,55%) dopo che Di Maio ha ribadito che “il prima possibile” occorre procedere con la revoca della concessione. Tra le altre storie del giorno, segnaliamo il +2,59% di Safilo in scia del rinnovo della licenza con Hugo Boss (che, secondo gli analisti, vale circa il 5% dei ricavi). (in collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background