Cos’è Rousseau e come funziona  

Pubblicato da in data 29 Agosto 2019

Cos'è Rousseau e come funziona

(Afp)

Pubblicato il: 30/08/2019 09:04

In fondo, il segreto sarà tutto lì: nella formulazione della domanda che il M5S sottoporrà agli iscritti a Rousseau che la settimana prossima dovranno decidere se dare la loro benedizione all’alleanza M5S-Pd oppure stroncarla sul nascere. Già, perché saranno gli attivisti a dire l’ultima parola sulla formazione del nuovo governo giallorosso. Ma cos’è Rousseau? E come funziona?

COS’E’ E COME FUNZIONA – Rousseau è il portale che fa capo all’Associazione Rousseau dove gli attivisti del M5S possono esprimersi, proponendo disegni di legge, votando le leggi proposte dagli altri utenti o per definire le posizioni politiche del Movimento rispetto a temi specifici, come le questioni interne al Movimento stesso. Ad esempio, gli attivisti possono votare per la scelta dei candidati del partito (come i candidati alle elezioni politiche, europee o regionali) oppure dire la loro su questioni più generali votando ‘sì’ o ‘no’ al quesito che gli viene sottoposto. In passato, gli attivisti di Rousseau si sono espressi sul programma di governo con la Lega e a febbraio 2019 sulla richiesta di autorizzazione a procedere (poi respinta) nei confronti di Matteo Salvini sul caso Diciotti.

CHI PUO’ VOTARE – Chiunque può accedere a Rousseau ma solo gli iscritti al MoVimento 5 Stelle possono votare.

CHI LO GESTISCE – Rousseau non è gestito dal Movimento 5 Stelle ma dall’Associazione Rousseau, fondata da Gianroberto Casaleggio e ora gestita da suo figlio Davide assieme a Massimo Bugani, Pietro Dettori ed Enrica Sabatini. Davide Casaleggio è il presidente della Casaleggio Associati ed è un esponente di primo livello del M5S.

QUANTI SONO GLI ISCRITTI – Secondo quanto affermato da Luigi Di Maio sul Blog delle stelle, gli iscritti a Rousseau sono “100mila”.

LE SANZIONI DEL GARANTE – Due le sanzioni comminate dal Garante della privacy nei confronti di Rousseau. Una multa di 32mila è arrivata nel 2018 per il trattamento illecito dei dati personali e ad aprile di quest’anno si è aggiunta una sanzione di 50mila euro per non avere protetto adeguatamente i dati personali degli iscritti in occasione del voto online. Secondo l’Authority, inoltre, la piattaforma non garantirebbe la segretezza del voto degli iscritti.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background