Diabolik, tifosi Lazio: “Scenografia e poi 45 minuti di silenzio, bolgia nella ripresa”  

Pubblicato da in data 30 Agosto 2019

Diabolik, tifosi Lazio: Scenografia e poi 45 minuti di silenzio, bolgia nella ripresa

Pubblicato il: 31/08/2019 15:26

“Domani al derby la Curva Nord resterà in silenzio i primi 45 minuti“. E’ quanto hanno fatto sapere i tifosi della Lazio ieri nel corso della trasmissione ‘La voce della Nord’. La decisione era stata già presa prima della morte di Fabrizio Piscitelli, il leader degli Irriducibili ucciso il 7 agosto scorso a Roma, per protestare contro gli articoli 8 e 9 del Decreto Amato e l’ulteriore inasprimento delle norme dettato dal Decreto sicurezza bis. “In silenzio perché è quello che vorrebbero e quello che stanno producendo con queste norme che uccidono il tifo – spiegano i tifosi laziali – e che rendono il calcio uno spettacolo animo e lontano dalla passione popolare”. Che invece scalda l’ambiente. “Per questo nel secondo tempo inizieremo a tifare come sappiamo fare noi, per dimostrarvi cosa è per noi il calcio – hanno aggiunto a ‘La voce della Nord’ – il tifo è entusiasmo, sana passione”. La scenografia in memoria di Diabolik verrà esposta in curva Nord nel corso del primo tempo: cartoncini, un telone e in campo uno striscione con una dedica al leader degli irriducibili. “Indifferenza totale invece nei confronti dei giocatori – hanno spiegato i tifosi della Lazio alla Voce della Nord – useremo la stessa arma che loro hanno usato nei confronti nostri in questi giorni. Avrebbero potuto far valere il loro lato umano, non lo hanno fatto. E noi li tratteremo come tali, dei professionisti del calcio. Nulla di più”. In caso di gol o di vittoria, tifosi laziali non hanno piacere che i giocatori corrano a esultare sotto la curva Nord, ancora scossa per la scomparsa di Fabrizio Piscitelli.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background