Test Medicina alla Sapienza, ‘supereroi per un camice bianco’  

Pubblicato da in data 2 Settembre 2019

Test Medicina alla Sapienza, 'supereroi per un camice bianco'

I supereroi in camice bianco alla Sapienza di Roma/Foto: Adnkronos Salute

Pubblicato il: 03/09/2019 11:22

di Barbara Di Chiara

Al via questa mattina i test di ingresso alla Facoltà di Medicina dell’Università Sapienza di Roma. Gli oltre 5 mila iscritti sono già nelle aule predisposte per la prova, mentre in piazzale Aldo Moro è in corso un flash mob con protagonisti supereroi come Spiderman e Wonderwoman, organizzata da Consulcesi, per sottolineare quanti ‘super poteri’ occorre avere oggi per diventare medico.

In totale gli iscritti alla prova di Medicina all’ateneo romano sono 5.733, mentre nel 2018 erano stati 5.529, per un totale di 985 posti disponibili (l’anno scorso erano 833). A livello nazionale,il numero degli iscritti è di 68.694 (erano 67.005 nel 2018) per 11.568 posti disponibili (contro i 9.779 dello scorso anno, esclusi quelli in Odontoiatria che sono un altro migliaio). “Oltre a non essere sufficienti i posti messi a disposizione – dice all’Adnkronos Salute Sara Saurini, avvocato di Consulcesi – l’intero sistema dei test di ingresso è da rivedere perché non risponde al criterio della meritocrazia: è necessario un intervento politico. Senza contare le irregolarità che spesso emergono nel modo in cui sono poste le domande. E su questi noi raccoglieremo le segnalazioni degli studenti”.

“Mia figlia ha 21 anni ed è al secondo anno di biologia a Viterbo – racconta una mamma – è già la terza volta che prova a entrare a Medicina e ha già detto che, se non passerà la prova, andrà in America, perché il suo sogno è quello di diventare un medico. Il primo anno non era adeguatamente preparata, l’anno scorso il test era difficilissimo e infatti quest’anno è stato modificato. Speriamo per questa ultima volta, io la aspetto qui”.

Con l’applicazione web Virtual Tour, realizzata con un sistema di Custom StreetView, i partecipanti al test hanno potuto facilmente trovare da smartphone e tablet l’aula in cui svolgere la prova. Una volta giunti a destinazione, però, hanno dovuto abbandonare qualsiasi dispositivo, nonché penne e materiali di cancelleria destinati alla scrittura.

Il contenuto della prova è identico per tutte le Università sul territorio nazionale ed è predisposto dal Miur attraverso una commissione di esperti. Il test d’ammissione verte dunque su 60 quesiti con 5 opzioni di risposta su argomenti di cultura generale (12), di ragionamento logico (10), di biologia (18), di chimica (12) e di fisica e matematica (8). Per la valutazione della prova si tiene conto dei seguenti criteri: 1,5 punti per ogni risposta esatta; meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data.

La graduatoria sarà unica a livello nazionale e le sedi saranno assegnate in base alle opzioni in ordine discendente di graduatoria e in base alle preferenze indicate dallo studente all’atto dell’iscrizione al test. Il 17 settembre 2019 il Cineca pubblicherà esclusivamente il punteggio ottenuto dai candidati secondo il codice etichetta sul sito www.universitaly.it. Il 27 settembre 2019 sulla propria pagina riservata del portale Universitaly, i candidati potranno prendere visione del proprio elaborato e del proprio punteggio. Il 1 ottobre 2019 viene pubblicata sempre su Universitaly, la graduatoria nazionale di merito nominativa.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background