Vola l’audience di Bbc Parliament con la ‘House of Cards’ sulla Brexit  

Pubblicato da in data 5 Settembre 2019

Vola l'audience di Bbc Parliament con la 'House of Cards' sulla Brexit

Boris Johnson (foto Afp)

Pubblicato il: 06/09/2019 18:42

di Massimo Germinario – Era un canale sonnacchioso, per gli addetti ai lavori, con un’audience pari allo 0,04%. Insomma, inesistente. Ma da quando i dibattiti sulla Brexit si sono fatti più infocati, con colpi di scena e offese sempre più pesanti fra gli schieramenti, Bbc Parliament, il canale specializzato nelle trasmissioni da Westminster, ha visto volare i propri ascolti, superando – nel mezzo dello scontro Johnson-Corbyn – anche reti generaliste.

Martedì scorso sulla rete ‘politica’ si sono sintonizzati addirittura 1,5 milioni di spettatori, affascinati dall’irruenza di Boris Johnson e dal ‘tradimento’ di Phillip Lee, il deputato conservatore che – proprio mentre il suo premier stava parlando – si è alzato dalla sua postazione, ha attraversato lo spazio vuoto fra gli scranni ed è andato a sedersi con l’opposizione. Un gesto apparentemente non eclatante ma che agli occhi degli esperti è stato come il colpo di scena nell’episodio finale del ‘Trono di spade’, visto ha sottratto ai Tories l’unico voto di maggioranza di cui disponevano.

Lanciato nel 1992 BBC Parliament l’anno scorso ha rischiato addirittura di essere smantellato: ma – forse non casualmente – il surriscaldarsi del dibattito politico sulla Brexit ha spinto i dirigenti della tv pubblica a lasciar perdere.

Fra i più accesi oppositori alla decisione dell’emittente, lo speaker dei Comuni John Bercow, che proprio grazie alla sua irruenta conduzione dei dibattito (memorabile il suo monito ‘Order! Order!’, imitatto anche da Macron all’ultimo G7) è ormai diventato un personaggio conosciuto a livello globale. E oggi, sempre sotto la ‘regia’ di Bercow, pronto a bacchettare anche il primo ministro in diretta tv, il canale è l’unico fra tutti quelli trasmessi dalla Bbc a vedere crescere i suoi ascolti.

Certo, ammette mestamente il ‘Guardian’, è triste che alla base del successo di Bbc Parliament ci sia lo spettacolo incredibile fornito dalla politica britannica: quello che va in scena ai Comuni, spiega, è una sorta di ‘House of Cards’ ma senza Kevin Spacey o un ’24’ dove però Jack Bauer – qui impersonato da Boris Johnson – è un incapace che alla fine fa saltare in aria l’intero Regno Unito. L’unica consolazione è che per questa #MaratonaWestminster il finale di stagione sembra vicino. O forse no, come insegnano tutti i manuali delle sceneggiature tv.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background