In 2024 mini satelliti lanciati da aerei, accordo Aeronautica e Cnr  

Pubblicato da in data 16 Settembre 2019

In 2024 mini satelliti lanciati da aerei, accordo Aeronautica e Cnr

Pubblicato il: 17/09/2019 18:58

(di Andreana d’Aquino)- Sciami di mini satelliti lanciati nello spazio non più da razzi ma da aerei in volo. È l’orizzonte disegnato dal progetto italiano ‘Air Launch’ che oggi si concretizza con la firma dell’accordo quadro fra Aeronautica Militare Italiana e Consiglio Nazionale delle Ricerche. Aeronautica e Cnr sono capofila di un pool di istituzioni e imprese visionarie del nostro Paese che puntano, con questo programma, a rafforzare la space economy nazionale ed a “ fare squadra”.

L’Accordo quadro di collaborazione vede stakeholder in prima linea nelle attività spaziali italiane ed a sottoscrivere l’intesa, che porterà allo sviluppo delle nuove piattaforme, sono stati, tra gli altri, il Politecnico di Milano, l’Universita’ RomaTre, il Cira, Altec, insieme ad imprese del calibro Telespazio ( joint venture Leonardo 67% e Thales 33%).

L’accordo è stato firmato questo pomeriggio a Roma, nella sala ‘Baracca’ della Casa dell’Aviatore, alla presenza del Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche Massimo Inguscio, e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso. (segue)

La road map tracciata dal programma ‘Air Launch’ ha tempi stretti: entro dicembre si concluderà lo studio di fattibilità che sarà presentato al Comint, ad aprile 2020 è previsto il primo test in volo, a fine 2022 arriverà il primo prototipo, mentre il primo lancio di mini satelliti da un aereo in volo potrà arrivare già nel 2024.

L’Accordo Quadro, inoltre, rientra tra le linee programmatiche della Difesa “per una sempre più inclusiva integrazione e collaborazione tra Forze Armate, mondo accademico, della ricerca ed industriale a supporto della collettività” e per “raggiungere un obiettivo comune e condiviso, in una prospettiva di completa sinergia del Sistema Paese”.

“Penso che lo spazio ci offra, come tracciato dalle attività del Comint, la possibilità di fare quadrato per la space economy italiana. Gli obiettivi sono ambiziosi, è importante partire tutti insieme “, ha detto il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso. Il presidente del Cnr, Massimo Inguscio, ha infine ringraziato l’Aeronautica Militare “perché ci fa volare alto” e la scienza, ha sottolineato, “è fatta per volare alto e garantisce il futuro”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background