Borsa: Ftse Mib chiude sopra 22 mila punti  

Pubblicato da in data 18 Settembre 2019

Le banche spingono il listino di Piazza Affari

(Fotogramma)

Pubblicato il: 19/09/2019 18:19

Milano consolida sopra quota 22 mila punti il day-after il meeting della Federal Reserve che ha varato una nuova riduzione del costo del denaro di 25 punti base all’1,75-2 per cento. Il chairman Powell si è inoltre detto disponibile, nel caso in cui fosse necessario, a mettere in campo nuovi stimoli. In particolare, il bilancio dell’istituto con sede a Washington potrebbe tornare a crescere.

In questo conteso il Ftse Mib ha terminato in rialzo dello 0,82% a 22.128,24 punti mentre lo spread con i titoli tedeschi ha segnato un lieve rialzo (+0,72%) a 139,8 punti base.

Sul listino di Piazza Affari spicca il buon andamento del comparto bancario con UniCredit che ha terminato con un +2,27% ed Intesa Sanpaolo che ha chiuso in aumento dell’1,79%. Per quanto riguarda il primo istituto, il presidente ad interim Cesare Bisoni potrebbe essere confermato nel ruolo, mentre il secondo ha fatto sapere di voler diventare la quarta compagnia assicurativa italiana nel ramo danni. Nel comparto, rally per UBI (+4,58%) e BPER (+4,37%).

Acquisti sostenuti anche su Generali (+2,2%), salita a livelli che non si vedevano da quattro anni, dopo la mossa a sorpresa che ha portato la Delfin di Leonardo Del Vecchio al 6,94% di Mediobanca (+1,19%). Secondo i rumor, Del Vecchio punterebbe a salire fino al 10% di Piazzetta Cuccia. +2,12% di Telecom Italia in scia dei rumor sulla possibile acquisizione della rete mobile della brasiliana Oi, e +4,92% di Autogrill dopo un report diffuso da Equita. Nello studio, gli analisti stimano un fatturato in aumento di quattro punti percentuali a luglio-agosto. (In collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background