Meloni: “Siamo il secondo partito di centrodestra”  

Pubblicato da in data 21 Settembre 2019

Meloni: Siamo il secondo partito di centrodestra

(fermo immagine)

Pubblicato il: 22/09/2019 12:43

“I soldoni dei flussi elettorali ci davano al 2,4 per cento, dicevano che saremmo stati fagocitati e, invece, ora Fratelli d’Italia è il secondo partito di centrodestra e secondo gli ultimi sondaggi siamo oltre l’8 per cento”. Lo ha detto la leader di Fdi, Giorgia Meloni, chiudendo la festa di Atreju.

“Il governo del ribaltone di palazzo nasce a Strasburgo – ha aggiunto dal palco -. Lì daremo la più grande battaglia per la sovranità italiana. Non vogliamo maggiordomi ma orgogliosi rappresentanti del popolo italiano”. E ancora: “La buona notizia è che questi non dureranno” ha assicurato Meloni, bollando il Conte bis come “governo di abusivi”. Fdi farà “un’opposizione dura senza sconti” alla maggioranza giallorossa, in Parlamento e in piazza.

RENZI – “Ci dicono che siamo sovversivi – ha detto Meloni -. Difenderemo sempre Dio Patria e famiglia: fatevene una ragione”. Poi rivolgendosi a Renzi: “Lo chiama Italia viva, invece di andare al voto. Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo”.

BERLUSCONI – Poi, parlando al centrodestra, “serve un patto anti inciucio, basta ambiguità” ha detto ancora la leader di Fdi, riferendosi a Forza Italia e chiedendo che presto il partito del Cav “chiarisca” la sua linea politica: “Spero che quanto prima forza Italia chiarisca presto il suo posizionamento” perché “vogliamo un centrodestra senza poligamie. Vogliamo un’alleanza diversa. Senza poligamie e ambiguità. Siamo aperti ad alleanze credibili”.

SALVINI – Meloni ha quindi sottolineato: “Mi fa piacere che la Lega sia tornata all’opposizione e spero che quanto prima Forza Italia chiarisca” perché “noi per il futuro vogliamo un’alleanza diversa senza ambiguità. Ecco perché rinnovo al centrodestra la richiesta di mettere nero su bianco che non si faranno più accordi con governi con chi è stato eletto per combatterci”.

RIFORME – Rilanciando poi – sul fronte delle riforme – il presidenzialismo, Meloni ha sottolineato: “Con il ritorno al proporzionale la sinistra sarà sempre al governo. Vogliamo un sistema elettorale con il premio di maggioranza. Credo che il centrodestra debba fare una proposta comune di riforma della legge elettorale”.

LA PIAZZA – “Il 19 ottobre saremo tutti in piazza San Giovanni” con la Lega, ha poi detto, per una manifestazione “contro questo governo. Sabato 30 novembre noi faremo un grande evento programmatico che chiameremo ‘il ritrovo dei patrioti’, la ‘casa dei patrioti'” ha annunciato infine Meloni, chiudendo la festa di Atreju con il motto dannunziano, tra gli applausi della platea e come sottofondo le note dell’inno nazionale, “ardisco, non ordisco!”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background