Moda: la forma del colore secondo Cividini  

Pubblicato da in data 21 Settembre 2019

La forma del colore secondo Cividini

Pubblicato il: 22/09/2019 11:19

Potente, intenso, vibrante. Il colore che travolge. La spring-summer 2020 di Cividini riparte da qui. Dal colore e le sue forme che si fanno ora ricordo, ora memoria visiva. Sono quelle di una galleria d’arte, di un film o un libro che ci travolgono e rimangono impressi nell’anima. Il risultato è una collezione tra le più fresche di questa stagione: le camicette leggere, quasi impalpabili, portate aperte sui bermuda a fiori, lo chemisier a righe bianche e gialle, o l’abito tie-dye, i pantaloni cargo damascati, i completi in lino, i minidress e i cappellini a cloche. Forme definite e colori in libertà. Ispirazioni intelligenti quelle de ‘Il tè nel deserto’ di Bertolucci e dei colori dell’Africa di Storaro, che in passerella si traducono in azzurrini soavi, rosa cipria, gialli strong ed écru.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background