Trovato morto Maurizio Varamo, maestro scenografo dell’Opera di Roma  

Pubblicato da in data 24 Settembre 2019

Trovato morto Maurizio Varamo, maestro scenografo dell'Opera di Roma

Pubblicato il: 25/09/2019 16:19

E’ stato trovato morto nella sua casa di Fregene (Roma), a quanto apprende l’Adnkronos, Maurizio Varamo, Maestro Scenografo del Teatro dell’Opera di Roma. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno aperto la porta, e la polizia. L’uomo è deceduto per cause naturali. Varamo, nato nel 1955, è stato la memoria storica del laboratorio di scenografia del Teatro dell’Opera di Roma, in via dei Cerchi, dove sono custoditi anche tutti i costumi del teatro. Passavano dalle sue mani tutti gli elementi scenici costruiti e/o dipinti per il palcoscenico del Costanzi.

Varamo era un esperto della tecnica di pittura delle scene che avveniva stendendo per terra dei grandissimi teli sui quali la scena veniva dipinta stando in piedi e manovrando dei pennelli legati a un lungo bastone, come, ad esempio un manico di scopa. Un tecnica italiana, ignota ai teatri esteri, e che veniva anche studiata e messa in pratica da giovani stagisti che frequentavano il laboratorio. Oltre al lavoro per il teatro, Varamo era appassionato di eventi e di feste: ne organizzava con grande successo anche per gli ambienti del cinema e della moda, nei quali era molto noto e apprezzato.

“Apprendo con emozione e grande sconcerto dell’improvvisa scomparsa di Maurizio Varamo, grande maestro di scena in perfetto stile rinascimentale e amico di lunga data, con cui ho avuto l’onore di lavorare come presidente del comitato ‘Carnevale Romano’ e della commissione Cultura di Roma Capitale. Maestro scenografo del Teatro dell’Opera, con la sua arte ci ha fatto emozionare. Memorabili le scene del Carnevale Romano”. Lo afferma il deputato Fdi già presidente della commissione Cultura di Roma Capitale Federico Mollicone. “Lancio un appello al vicesindaco di Roma e assessore alla cultura Bergamo affinchè sia ora intitolato il laboratorio scenotecnico di Via dei Cerchi a Maurizio Varamo e si lavori al ‘MO’ il Museo dell’Opera. Era un suo desiderio e sicuramente la giusta soluzione per la valorizzazione dell’immenso patrimonio scenografico e costumistico dell’Opera italiana”, conclude Mollicone.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background