Borsa: Ftse Mib in positivo, lunedì l’appuntamento è con il Def  

Pubblicato da in data 26 Settembre 2019

Piazza Affari sopra la parità, bene l’asta di Btp

Pubblicato il: 27/09/2019 18:14

La settimana di Piazza Affari si chiude in positivo in scia dei risultati dell’asta di decennali e in attesa della presentazione del Documento di Economia e Finanza in calendario per lunedì. Questa mattina il Ministero dell’economia ha collocato Btp a 10 anni per 3 miliardi di euro con un rendimento che ha fatto segnare un nuovo minimo storico allo 0,88%. Indicazioni positive anche dai titoli con scadenza quinquennale, il cui rendimento è sceso allo 0,26%.

In un simile contesto il differenziale di rendimento si è confermato di poco sopra i 140 punti base (140,8, -0,35%) mentre il paniere principale di Piazza Affari, il Ftse Mib, ha terminato in crescita dello 0,32% a 22.017,40 punti. Tra le blue chip le performance migliori sono state registrate da Buzzi Unicem (+3,13%), inserita da Kepler Cheuvreux tra le “top pick”, Pirelli (+2,48%), dopo che l’azionista Camfin ha sottoscritto un opzione “call” (acquisto) sullo 0,89% del capitale, e Tenaris (+3,6%), spinta dalle recenti vendite.

Nel comparto bancario a guidare i rialzi è UniCredit, salita dell’1,41% in scia dell’annuncio della vendita di un pacchetto di crediti non performanti (Npl) da 730 milioni a Illimity Bank (-0,34%). Performance positive anche per Intesa Sanpaolo (+0,82%), Ubi (+1,15%) e Banco BPM (+0,96%).

Denaro, ci spostiamo nel comparto energetico, anche su Eni (+0,86%) dopo l’acquisizione di asset di Exxon Mobil da parte di Var Energi per 4,5 miliardi di dollari. È di ieri la notizia che l’Amministratore delegato del Cane a sei zampe, Claudio Descalzi, ha ricevuto un avviso di garanzia per omessa comunicazione di conflitto di interessi in relazione a Eni Congo.

Prese di beneficio sul comparto delle utility (-0,8% per A2A, -1,44% di Italgas e -1,85% di Eni) e segno meno anche per Campari (-1,67%). Oggi il Credit Suisse ha annunciato di aver avviato la copertura sulle azioni CPR con valutazione “underperform” e prezzo obiettivo a 7,5 euro, quasi 10 punti percentuali al di sotto degli 8,25 euro con cui il titolo ha chiuso oggi. (in collaborazione con money.it)


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background