‘Concretezza 2019’, tra le priorità la formazione dei giovani professionisti  

Pubblicato da in data 26 Settembre 2019

'Concretezza 2019', tra le priorità la formazione dei giovani professionisti

Pubblicato il: 27/09/2019 19:44

Un nuovo format e una nuova location per quello che punta a diventare l’evento di riferimento nel panorama italiano per il mondo del calcestruzzo. ‘Concretezza 2019’, la due giorni promossa dall’Istituto italiano per il calcestruzzo con il sostegno dell’Ordine nazionale degli ingegneri e arrivata alla sua terza edizione, si è tenuta il 26 e 27 settembre al Castello di Rivalta, nel piacentino.

L’evento ha riunito un’ottantina tra imprenditori, progettisti, ingegneri, enti appaltatori, rappresentanti istituzionali e degli organi di controllo. Tutti seduti attorno a un tavolo per ragionare dello stato dell’arte del settore. Anzi, a più tavoli. Per la prima volta, infatti, l’appuntamento è stato organizzato attorno a sei tavoli tematici, i cui focus sono stati scelti dal comitato tecnico-scientifico della manifestazione: progettisti e direzione lavori; stazioni appaltanti pubbliche e private; produzione; controlli (dal laboratorio al cantiere); scuola e formazione; imprese esecutrici.

I partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi tra loro relativamente ai rispettivi ambiti di competenza, in modo da definire le problematiche comuni riscontrate durante il lavoro e arrivare poi a possibili soluzioni. Ma non solo: obiettivo dell’edizione di quest’anno è anche quello di porre le basi per l’elaborazione, nel corso dei prossimi mesi, di un documento ufficiale che contenga le linee guida per operare al meglio nel settore. Una sorta di vademecum del calcestruzzo che, una volta pronto, verrà presentato alle istituzioni – ministero delle Infrastrutture e Consiglio superiore dei lavori pubblici in primis – e a tutti gli addetti del comparto. Il Consiglio nazionale degli ingegneri, presente al Castello di Rivalta nella figura del vicepresidente vicario Gianni Massa, ha già messo a disposizione il proprio centro studi per definire i contenuti del testo.

“Il nuovo format era una sfida, ma è stato un successo”. Così Silvio Cocco, ideatore di ‘Concretezza’ e presidente della Fondazione dell’Istituto italiano per il calcestruzzo (Iic), nonché numero uno di Tekna Chem Group. “Nel settore – spiega Cocco – c’è oggi una grande difficoltà di comunicazione tra i vari anelli della catena, e siccome quella catena è deputata a costruire un bene che per la maggior parte delle volte è pubblico, questo non funzionamento porta guai. Così ho trasformato gli anelli in tavoli, a cui ho fatto sedere i vari professionisti per farli dialogare”.

Tra i temi che stanno più a cuore al promotore dell’evento c’è la formazione dei giovani che vogliono entrare nel settore. Motivo per cui è tutto pronto per l’inaugurazione, prevista per l’inizio di novembre, della Scuola superiore per il calcestruzzo, spin off della Fondazione dell’Iic, che punta ad affiancare la scuola dell’obbligo con un percorso che porti gli studenti ad acquisire le competenze pratiche necessarie per iniziare a lavorare. “Il nostro obiettivo – spiega Cocco – è formare dei diplomati che, quando busseranno alla porta delle aziende, sapranno dire cosa sanno fare. E a 19 o 20 anni chi sa fare è padrone del mondo”.

La neo ministra alle Infrastrutture Paola De Micheli, assente per impegni istituzionali, ha mandato i suoi saluti a ‘Concretezza 2019’. “Quella del calcestruzzo – ha detto la ministra in un messaggio – è una filiera produttiva fondamentale nel settore delle costruzioni e delle opere pubbliche. Oggi siamo chiamati a trovare un nuovo equilibrio tra sicurezza e velocità nella realizzazione di tali opere. Il mio auspicio è che da questo confronto possa arrivare un contributo di valore rivolto alle istituzioni, per la definizione di politiche in grado di guardare al futuro”.

Alla manifestazione hanno partecipato anche Augusto Allegrini, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Pavia e della Consulta regionale Ordini ingegneri Lombardia, insieme al presidente dell’Ordine piacentino, Alberto Braghieri. Tra i rappresentanti degli organi di controllo, presenti la Guardia di finanza e il Consiglio superiore dei lavori pubblici.

L’appuntamento è quindi al prossimo anno, sempre al Castello di Rivalta, per cercare di rendere la manifestazione un polo di attrazione e confronto per tutti coloro che vogliono portare un contributo in termini di miglioramento del settore.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background