Billie Eilish in concerto senza superstizione  

Pubblicato da in data 27 Settembre 2019

Billie Eilish sfida il venerdì 17

Pubblicato il: 28/09/2019 09:53

Un’autentica millenial, icona (quasi) diciottenne di giovani, giovanissimi e non solo, seguita sui social da 70 milioni di persone, Billie Eilish, almeno in Italia, potrebbe diventare l’unica artista capace di dividere i suoi fan tra supersitiziosi e non superstiziosi: la statunitense Billie Eilish Pirate Baird O’Connell, questo il suo nome completo, si esibirà infatti in Italia in un’unica data, a Milano, venerdì 17 luglio prossimo, per la prima volta come headliner in un festival, gli I-Days al Mind Milano Innovation District – Area Expo.

Niente paura dunque del venerdì 17 per Billie e, necessariamente, per i fan che vorranno assistere al suo concerto. Vero è che la paura del venerdì 17 è un fenomeno italiano e di altri paesi di origine greco-latina che può essere anche patologico, e in questo caso si parla di eptacaidecafobia, mentre nei paesi anglosassoni il numero sfortunato è il 13 (triscaidecafobia) e il giorno peggiore cui associarlo può essere sia il venerdì sia il martedì.

Se il numero 17 non è un problema, forse anche perché i 18 anni li compirà il 18 dicembre prossimo (un compleanno numericamente unico per lei) e i suoi 17 anni se li sta godendo in un crescendo di successi, altri numeri la ‘riassumono’ bene: Billie può vantare 15 miliardi di ascolti certificati per i suoi brani, oltre 3 miliardi e 700 milioni di visualizzazioni, solo sul suo canale Youtube ufficiale, per i video ipnotici, gotici e claustrofobici da lei stessa ideati per accompagnare le sue canzoni. Sono poi 70 milioni le persone che la seguono sui vari social network, 40 milioni solo su Instagram.

Sulla capacità di Billie Eilish di affascinare, del resto, non si possono avere dubbi: in meno di due anni, concerto dopo concerto, hit dopo hit, ha consolidato una reputazione artistica planetaria, passando dai piccoli club ai grandi palchi in tutto il mondo, conquistando parallelamente la vetta delle classifiche mondiali di vendita e streaming con il suo primo album, ‘When We All Fall Asleep, Where Do We Go?’, e con singoli divenuti rapidamente inni generazionali, come ‘Bad Guy’, ‘Bury a Friend’, ‘You should see me in a Crown’ e il recente ‘All The Good Girls Go To Hell’.

Californiana di origini irlandesi e scozzesi, scrive, canta e produce canzoni da quando aveva solo 11 anni, ispirata dal fratello Finneas, già musicista con la propria band e da sempre suo esclusivo collaboratore. Capace di parlare ai coetanei che in lei si identificano come di piacere a generazioni diverse che osservano la sua evoluzione del pop rompere regole musicali, estetiche ed espressive, nel suo primo album ha offerto un mix di voce suadente, sequenze EDM, ritmi spezzati, beat ossessivi, ritornelli cantilenanti, attitudine rock, spirito punk.

Il concerto di Billie Eilish agli I-Days 2020 si tiene nello stesso spazio che nelle scorse stagioni ha accolto Eminem, Pearl Jam e Imagine Dragons, al Mind Milano Innovation District – Area Expo, una zona verde specificament attrezzata per i grandi concerti, altamente qualificata e dotata di tutti i servizi: treno e metropolitana che la collegano al centro di Milano, parcheggi, servizi igienici residenti, un’ampia zona food & beverage, il tutto con una particolare attenzione all’impatto ambientale.

I biglietti saranno in presale esclusiva tramite l’app I-Days dalle 10 di mercoledì 2 ottobre fino alle 8 di venerdì 4 ottobre. Per accedere bisogna scaricare o aggiornare l’app per dispositivi iOS e Android. Dalle 9 del 4 ottobre apre la vendita generale dei biglietti, acquistabili anche tramite Bonus Cultura 18app, nei circuiti Ticketmaster, Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background