Inter sesta sinfonia, 3-1 alla Samp. La Juve stende la Spal  

Pubblicato da in data 27 Settembre 2019

Inter sesta sinfonia, 3-1 alla Samp. La Juve stende la Spal

Alexis Sanchez (Immagine di repertorio, Afp)

Pubblicato il: 28/09/2019 20:15

In attesa del big match della prossima settimana a San Siro contro la Juventus, che oggi ha steso la Spal, l’Inter resta saldamente in vetta alla classifica a punteggio pieno superando 3-1 la Sampdoria al Marassi. A decidere l’incontro i gol di Sensi al 20′, Alexis Sanchez, 22′, e Gagliardini al 61′. Sanchez si fa espellere a inizio ripresa lasciando i nerazzurri in 10. Per i blucerchiati rete di Jankto al 55′. La sesta vittoria consecutiva porta i nerazzurri a 18 punti, fanalino di coda con 3 punti i blucerchiati.

Inizio di gara in equilibrio, al minuto 11 colpo di testa del giovane nerazzurro Bastoni, alto sopra la traversa. Al 20′ la squadra di Conte passa: Sensi avanza e dalla trequarti prova a sorprendere Audero, sulla traiettoria c’è la deviazione di Alexis Sanchez che spiazza l’estremo difensore. Due minuti più tardi il colpo del ko, Sanchez si fa trovare pronto a due passi dalla linea di porta per il tap-in vincente su un tiro svirgolato da Sensi. Per il giocatore cileno si tratta di un ritorno al gol in Serie A dopo 8 anni, l’ultima volta fu con la maglia dell’Udinese.

La replica dei doriani è una conclusione di Quagliarella dal limite fermata da De Vrij. Alla mezz’ora Jankto tenta la conclusione al volo per i liguri ma non trova lo specchio. Due minuti più tardi uscita al limite dell’area di Audero per anticipare l’attaccante il solito Sanchez. Giro di orologio e l’ex Manchester United si trasforma in uomo assist per Candreva che infila sul primo palo il portiere doriano ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

L’Inter gioca sul velluto grazie al doppio vantaggio, Lautaro Martinez parte sulla linea del fuorigioco e arriva in area, il diagonale è di poco fuori misura. Tiro a giro di Asamoah, Audero si salva coi pugni. Poco dopo Lautaro stoppa e tira di sinistro da fuori area, il n.1 blucerchiato blocca in presa bassa. Sull’altro fronte Quagliarella viene murato al momento del tiro, recupera Linetty, alto. Il primo tempo si chiude con una incornata di Skriniar alta.

A inizio ripresa ingenuità di Alexis Sanchez che viene espulso per somma di ammonizioni dopo una simulazione punita da Calvarese. Al 54′ si riapre la partita, Linetty per Jankto che riceve un suggerimento in area, si gira e di sinistra beffa Handanovic grazie anche alla deviazione di Skriniar. Conte inserisce Lukaku per Lautaro. Out anche Candreva per D’Ambrosio. L’entusiasmo sugli spalti spinge la Samp ma l’Inter colpisce a freddo al 61′: Brozovic verticalizza per Gagliardini, il portiere respinge il tocco della attaccante ma non blocca e sulla ribattuta l’attaccante lo punisce. Nuovo cambio, dentro Barella per Sensi.

Di Francesco cerca forze fresche per l’assalto finale. Dentro Vieira e Caprari per Ekdal e Linetty. Al 72′ Jankto anticipa D’Ambrosio di testa ma non trova la porta. Contropiede Inter con Lukaku che tenta di sorprendere Auderio con un cucchiaio ma il portiere fa buona guardia. Tiro-cross di Rigoni, Handanovic respinge di pugno. Nel recupero gran botta da fuori di Vieira, Handanovic salva in angolo. Sul conseguente corner tocco di Lukaku con la palla che arriva a Quagliarella sul secondo palo, l’attaccante però non riesce a inquadrare la porta.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

La Juve stende la Spal

Gp Russia, Leclerc di nuovo in pole

Leclerc come Schumacher e Fangio


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background