Da Occhetto ai ‘Mattei’, 25 anni di duelli tv 

Pubblicato da in data 14 Ottobre 2019

Da Occhetto ai 'Mattei', 25 anni di duelli tv

(Fotogramma /Ipa)

Pubblicato il: 15/10/2019 09:55

Ancora poche ore al duello tv dell’anno. Stasera, ospiti del salotto di Bruno Vespa, i due ‘Mattei’ – Renzi e Salvini – si sfideranno in un serrato confronto politico negli studi di Porta a Porta. L’ultimo, in ordine di tempo, fra i faccia a faccia ospitati negli anni dalla tv italiana. Alcuni dei quali, partendo solo dagli ultimi 25 anni, memorabili. E fra i tanti scontri tv, ecco spiccare un protagonista assoluto e ricorrente: Silvio Berlusconi.

1994 Occhetto vs Berlusconi – E’ il 23 marzo e su Canale 5 va in onda alle 22:30, con la moderazione di Enrico Mentana, lo storico faccia a faccia fra il leader della neonata Forza Italia con Achille Occhetto, capo politico del Partito Democratico della Sinistra.

1996 Berlusconi vs Prodi – In vista delle politiche, Berlusconi per il Polo per le Libertà e Romano Prodi per l’Ulivo si sfidano in due occasioni: su Rai 3, nel programma ‘Linea 3’ condotto da Lucia Annunziata, e su Canale 5, ospiti di ‘Testa a testa’ con Enrico Mentana.

2001 Berlusconi vs Rutelli – Più che un vero confronto, un duello a distanza. I leader della coalizioni – sempre il Cav per il centrodestra e il candidato premier per l’Ulivo, Francesco Rutelli, sono ospiti lo stesso giorno, l’11 maggio, in due diverse trasmissioni: Berlusconi al ‘Maurizio Costanzo Show’ mentre l’ex sindaco di Roma al ‘Raggio Verde’, condotto da Michele Santoro su Rai 2.

2005 Berlusconi vs Rutelli vs D’Alema – Il leader di Forza Italia si presenta a ‘Ballarò’, su Rai 3, dove trova il presidente dei Ds Massimo D’Alema e il leader della Margherita, Francesco Rutelli, dando vita a un memorabile confronto a sorpresa.

2006 Berlusconi vs Prodi – A 10 anni dalla prima sfida, i due leader hanno un doppio faccia a faccia su Rai 1: il primo con Clemente Mimun, il secondo moderato da Bruno Vespa. In questa occasione il Professore, utilizzando una metafora, dice a Berlusconi di usare i numeri – nel senso dei risultati ottenuti dall’esecutivo – come gli ubriachi usano i lampioni: “Non per farsi illuminare ma per sostenersi”. E il Cavaliere risponde con la citazione dell'”utile idiota”.

2009 Renzi vs Salvini – Non il più memorabile dei duelli tv, ma un inedito che oggi vale la pena rispolverare. Matteo Salvini e Matteo Renzi, già giovani figure di spicco dei rispettivi partiti ma ancora lontani dall’apice del successo politico, si danno battaglia su La7 per Omnibus. E’ qui che, in veste di presidente della Provincia fiorentina e neo vincitore delle primarie Pd per la candidatura a sindaco di Firenze, Matteo Renzi viene ripetutamente chiamato ‘Matteo Nardi’. Ed è qui che con Matteo Salvini si finisce per scontrarsi su un tema che sarà cavallo di battaglia del leghista: la sicurezza.

2013 Primarie Pd – Scontro tutto a sinistra, in questa occasione. Gianni Cuperlo, Matteo Renzi, allora sindaco di Firenze, e Pippo Civati si scontrano a ‘SkyTg24’ in vista della scelta dell’8 dicembre, giorno in cui si elegge il segretario del Partito democratico.

2016 Raggi vs Giachetti – In diretta su SkyTg24 i candidati a sindaco di Roma Roberto Giachetti (Pd) e Virginia Raggi (M5S), si sfidano in piazza del Campidoglio sui temi cari ai cittadini della Capitale. Un confronto pacato, che di memorabile ha però lo scenario: le due postazioni degli sfidanti sotto la statua di Marco Aurelio.

2017 Renzi vs Di Maio – Il duello inesistente. Annunciato per il 7 novembre su La7, viene annullato il giorno precedente. A sfilarsi è il leader pentastellato: “Mi confronterò con il vero candidato premier”, spiega, voltando le spalle all’allora dem.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background