Sostenibilità: Syngenta, 2 mld dollari investimenti e nuovi obiettivi per clima  

Pubblicato da in data 21 Ottobre 2019

Agricoltura green, da Syngenta 2 mld di dollari in innovazione

Pubblicato il: 22/10/2019 12:20

Due miliardi di dollari di investimenti nei prossimi cinque anni per aiutare gli agricoltori a prepararsi ad affrontare le sfide sempre più pressanti derivanti dai cambiamenti climatici. Ad annunciarli oggi Syngenta che ha l’obiettivo di lanciare sul mercato almeno due innovazioni tecnologiche all’anno per ridurre l’impatto dell’agricoltura sui cambiamenti climatici, sfruttarne la sua capacità di mitigazione e fare in modo che il sistema alimentare impatti di meno sulle risorse del Pianeta.

Erik Fyrwald, Chief Executive Officer di Syngenta, ha annunciato inoltre che l’investimento in ricerca e sviluppo per un’agricoltura sostenibile sarà affiancato da iniziative per la riduzione di almeno il 50% della carbon footprint dei processi operativi dell’azienda entro il 2030, in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. L’impegno di Syngenta è stato validato e ha ricevuto il supporto da parte della Science Based Targets Initiative (Sbti).

“Oggi l’agricoltura è in prima fila negli sforzi profusi a livello globale per contrastare i cambiamenti climatici – osserva Fyrwald – Queste non sono solo parole, ma azioni concrete che consentiranno all’azienda di concentrarsi nell’aiutare gli agricoltori a far fronte ai cambiamenti climatici e ridurre l’impatto del settore in termini di emissioni di gas serra sul Pianeta”.

I 2 miliardi di dollari verranno destinati a programmi capaci di generare vantaggi o tecnologie innovative in grado di promuovere un cambiamento radicale in termini di sostenibilità dell’agricoltura, intervenendo ad esempio sull’utilizzo del terreno, la salute del suolo e la gestione integrata dei parassiti.

Grazie a una collaborazione pluriennale con The Nature Conservancy, Syngenta sta sviluppando strategie per individuare e testare innovazioni e nuove tecnologie che possano portare vantaggi agli agricoltori e contribuire a ottenere risultati positivi per l’ambiente. Tale collaborazione si basa su iniziative volte a promuovere la salute del suolo, l’efficienza delle risorse e la tutela degli habitat in importanti zone agricole di tutto il mondo.

“Per ottenere risultati di salvaguardia su vasta scala sarà necessario che il settore privato adotti provvedimenti coraggiosi – dice Sally Jewell, Ceo di The Nature Conservancy – Vista la crescente consapevolezza delle aziende sui rischi relativi ai cambiamenti climatici e i vantaggi della sostenibilità, siamo ben lieti di mettere a disposizione le nostre competenze scientifiche e la nostra conoscenza per cambiare i processi aziendali”.

“Ci complimentiamo con Syngenta per aver sottoposto i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni alla validazione da parte della Science Based Targets initiative. L’impegno da parte dei leader del settore dell’agribusiness è fondamentale nella lotta ai cambiamenti climatici e, fissando questi obiettivi, Syngenta sta tracciando il suo cammino per una solida crescita futura”, sottolinea Cynthia Cummis, Director of Private Sector Climate Mitigation presso il World Resources Institute, uno dei partner della Science Based Targets initiative.

Ogni anno, enti di controllo indipendenti verificheranno i progressi rispetto agli obiettivi fissati, pubblicando poi un resoconto dei risultati raggiunti.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background