Fiorello su RaiPlay come la finale di Champions  

Pubblicato da in data 13 Novembre 2019

Fiorello su RaiPlay come la finale di Champions

Fiorello (IPA/ Fotogramma)

Pubblicato il: 14/11/2019 16:14

Fiorello come la finale di Champions League. Lo showman vince la sfida ‘piattaformista’: portare uno show con contenuto originale per la prima volta su una piattaforma digitale. Mercoledì (dato registrato fino alle 23:59 anche per fruizione on demand) il varietà Viva RaiPlay! (compresa l’anteprima Aspettando VivaRaiPlay!) ha generato oltre 850mila visualizzazioni. Il 72% delle visualizzazioni provengono da App e App TV. Si tratta di un numero eccezionale per una diretta digitale, se si tiene conto anche della breve durata del format (50 minuti previsti) e dell’assenza del traino televisivo.

Viva RaiPlay! ha generato un effetto positivo su tutta la piattaforma e – rispetto a un mese fa – questo mercoledì RaiPlay è cresciuta in termini di utenti unici del doppio.

Il risultato merita di essere valutato in relazione al fatto che mai prima d’ora uno show live era stato trasmesso in diretta, solo ed in esclusiva, su piattaforma e quindi è difficile fare paragoni. Nel caso si volesse fare un confronto, l’evento più visto su RaiPlay prima di Fiorello è stato il Festival di Sanremo, tra l’altro un evento che gode di un grandissimo traino mediatico.

Nessun programma sulla piattaforma è arrivato in termini di visualizzazioni a questi numeri: Viva RaiPlay! con Fiorello ha addirittura superato del 40% le partite dell’Italia valide per Euro 2020 e trasmesse lo scorso ottobre. L’incontro più visto su RaiPlay lo scorso anno è stato Ajax–Juventus, andata dei quarti di finale di Champions League, evento più seguito in diretta streaming della scorsa stagione, che aveva generato a aprile 2019 un numero di visualizzazioni simile a quello generato da Fiorello ieri sera.

Da segnalare l’aumento di visualizzazioni di Viva RaiPlay! su Smart Tv, ottimo indicatore di come il processo di alfabetizzazione digitale della Rai stia procedendo. Lo show è da molti considerato un progetto tra metatelevisione e avanguardismo: un laboratorio sperimentale che restituisce la leggerezza dei varietà di una volta con i ritmi dell’era digital. Il gradimento è stato del 90% nelle interazioni social con giudizi positivi.

La diretta esclusiva di mercoledì su RaiPlay di Viva RaiPlay! ha generato circa 57.000 interazioni social. Instagram è stata la piattaforma più utilizzata con il 60% di interazioni. Altro dato positivo di Fiorello è che è riuscito a unire tutte le generazioni, facendo conoscere nuovi cantanti al target adulto, unendo figli e genitori nella scoperta della ‘nuova piattaforma’.

Fiorello su RaiPlay è talmente a suo agio che non voleva chiudere il programma: ha regalato decine di minuti di diretta di show, andando ben oltre i 50 previsti. A tal proposito è piaciuta l’improvvisazione finale di circa 30 minuti, una specie di ‘dopoVivaRaiplay!’, con Fiorello seduto sugli scalini che chiamava gli amici al telefono, sentiva in diretta i messaggi vocali, cantava, improvvisava, scherzava con Paola Cortellesi richiamata a sorpresa in studio, tutto in un un’atmosfera molto confidenziale.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background