Hong Kong, Trump firma legge pro manifestanti 

Hong Kong, Trump firma legge pro manifestanti

Donald Trump (AFP)

Pubblicato il: 28/11/2019 07:27

Pechino convoca l’ambasciatore americano in Cina, Terry Branstad, dopo la firma da parte di Donald Trump della legge a sostegno dei manifestanti di Hong Kong. Ad annunciarlo è stato il ministero degli Esteri cinese.

Le Yucheng, viceministro, ha esortato con forza gli Stati Uniti a non mettere in pratica il provvedimento e ha chiesto inoltre a Washington di “smetterla di interferire negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina”, stando a quanto riporta un comunicato del ministero. “La Cina – avverte – contrasterà con risolutezza le azioni sbagliate della parte americana, che avrà piena responsabilità di ogni conseguenza”.

Intanto, secondo quanto rende noto l’emittente televisiva ‘Rthk’, un centinaio di agenti di polizia di Hong Hong è entrato nella sede del Politecnico occupato dai manifestanti e sotto assedio delle forze dell’ordine da 11 giorni.