Bella Ciao, dem contro Salvini e Meloni 

Pubblicato da in data 4 Dicembre 2019

Bella Ciao, dem contro Salvini e Meloni

(Fotogramma)

Pubblicato il: 05/12/2019 13:45

Ha intonato ‘Bella ciao’ insieme a un gruppo di Commissari europei. Ora, dopo aver attirato le critiche di Giorgia Meloni e Matteo Salvini, Paolo Gentiloni decide di replicare alle accuse dei due leader di centrodestra che hanno bollato l’iniziativa come “ridicolo teatrino” e “spettacolo indegno”. E, con lui, replica anche l’intero partito.

“Mi dicono che qualcuno – scrive infatti il Commissario Ue su Twitter si è scandalizzato perché a una festa dei socialisti europei abbiamo cantato #BellaCiao. Per me, un onore“. A stretto giro, il messaggio social dei deputati Pd: “Chi canta #BellaCiao lo fa in ricordo di chi ha gettato le prime basi della nostra Democrazia. E lo fa con riconoscenza e orgoglio. Chi critica conferma di non aver rispetto per le donne e gli uomini che hanno lottato per liberare l’Italia dall’occupazione nazifascista”.

“Caro Salvini – il tweet del segretario Nicola Zingaretti -, se vivi in un Paese democratico è anche perché ci sono stati tante e tanti che hanno perso la vita cantando #BellaCiao per la nostra libertà. Non offendere una storia italiana che è di tutti”. Ecco quindi la senatrice Valeria Fedeli: “Che fossero cattolici, comunisti, liberali, socialisti, azionisti, i partigiani si batterono tutti per un solo orizzonte: la libertà per tutte e tutti. #BellaCiao ne è il simbolo. Emozionante sentirla cantare dai socialisti della Commissione Ue con Paolo Gentiloni”. E se Laura Boldrini posta un video dove intona il canto partigiano n piazza a Milano con i sindacati – “Una canzone che ha unito l’Italia migliore e continuerà a unirla, nel segno della libertà. Cantiamola insieme, più forte ancora!”, scrive -, per il parlamentare Matteo Orfini “Bella Ciao è la ninna nanna con cui noi a casa addormentiamo le nostre bimbe. È la prima canzone che hanno imparato e cantato. Perché è un canto che insegna la libertà. E tramandarlo è il modo più bello di ringraziare chi quella libertà ci ha regalato”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background