Bibbiano, minacce e offese social a Borgonzoni 

Pubblicato da in data 4 Dicembre 2019

Bibbiano, minacce e offese social a Borgonzoni

(Foto Fotogramma)

Pubblicato il: 05/12/2019 16:17

Minacce e insulti sessisti sulla pagina Facebook, e nei messaggi privati, della candidata alla presidenza dell’Emilia-Romagna, Lucia Borgonzoni, dopo che la Cassazione ha deciso di annullare, per Andrea Carletti, sindaco di Bibbiano (Reggio Emilia), l’obbligo di dimora, deciso nell’ambito dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’ sul presunto sistema illecito di affidi in Val d’Enza.

A denunciarlo è la stessa Borgonzoni che ha postato gli screenshot delle offese e delle intimidazioni che, fa sapere, saranno oggetto di querele e segnalazioni all’autorità giudiziaria. “Ecco – afferma Borgonzoni – l’effetto del clima d’odio seminato da qualche ‘democratico’ che forse si è dimenticato che il sindaco Carletti, già del Pd, resta indagato nell’inchiesta della procura di Reggio Emilia, insieme ad altre 28 persone, tra cui anche una funzionaria del Comune di Reggio Emilia”.

“Non mi faccio intimidire, ma vado avanti – sottolinea -. Confido nella magistratura e continuo a pensare che sul tema della tutela minori la politica debba assumersi l’impegno e la responsabilità di lavorare a una riforma del sistema delle scelte che coinvolgono bambini e famiglie, che abbia al centro la loro tutela e la massima trasparenza. Nessuno di noi vuole più assistere a ciò che è accaduto a Bibbiano”.

Il sindaco di Bibbiano: “In poche ore trasformato in orco”

Bibbiano, ira Pd: “Borgonzoni chieda scusa”


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background