Sardine, CasaPound: “Noi in piazza ma Bella Ciao non la cantiamo”  

Sardine, CasaPound: Noi in piazza ma Bella Ciao non la cantiamo

(Fotogramma)

Pubblicato il: 10/12/2019 12:55

“L’apertura del leader delle Sardine di Roma stupisce ma va nella direzione del dialogo e noi da sempre ci confrontiamo con tutti. Al momento le Sardine sinceramente mi sembrano un contenitore vuoto e manovrato dalla sinistra ma noi siamo pronti ad andare in piazza, senza bandiere, come abbiamo fatto per la manifestazione con Salvini, Berlusconi, Meloni, e porteremo le nostre idee. Ma sia chiaro ‘Bella Ciao’ non la cantiamo”. Così Simone Di Stefano, uno dei leader di CasaPound, risponde alle dichiarazioni del leader romano del movimento nato a Bologna, Stephen Ogongo, che in un’intervista al Fatto Quotidiano ha dichiarato, in vista della manifestazione di sabato prossimo a San Giovanni, che “per ora è ammesso chiunque, pure uno di CasaPound va benissimo. Basta che in piazza scenda come una Sardina”.

“In piazza San Giovanni – prosegue Di Stefano – noi possiamo portare le nostre idee su ius soli ma anche su casa e lavoro che dovrebbero essere temi cari alla sinistra. Magari qualcuna delle nostre idee può interessare alle Sardine…”, aggiunge Di Stefano.