Sardine, Potere al Popolo: “Perché Pascale sì e noi no?” 

Sardine, Potere al Popolo: Perché Pascale sì e noi no?

(Fotogramma)

Pubblicato il: 10/12/2019 13:32

Mattia Santori, perché non ci vuoi bene?”. Si apre così la lettera che Potere al Popolo indirizza all’ideatore del movimento delle Sardine dopo l’intervista di Santori a Repubblica. In particolare, Potere al Popolo fa riferimento alla frase “Potere al popolo, in maniera sporca, si è infilato nella piazza di Firenze”.

“No, no, Mattia. Innanzitutto chiariamo le cose importanti. Ci deve essere un equivoco grande come una casa: noi nelle piazze non ci infiliamo, noi nelle piazze ci siamo sempre stati”, si legge nella lunga lettera pubblicata su Facebook. “Insomma … non ci infiliamo… E come avremmo “strumentalizzato” le sardine? Siamo stati tra la folla, senza simboli di partito, senza bandiere. E non solo a Firenze: a Mantova, a Napoli, a Catania, a Padova, e via così…”. “Da ragazzi che come te ci tengono al futuro del paese, ti chiediamo un confronto. Siamo sicuri che c’è qualcosa che c’è sfuggito e che ci potrai chiarire senza alcun dubbio”, si legge in un altro passaggio, prima della domanda ‘clou’ che arriva con un commento successivo: “Ma soprattutto, Mattia, perché Francesca Pascale sì e noi no?”, chiede Potere al Popolo, sottolineando l’apertura del movimento, pronto ad accogliere in piazza la compagna di Silvio Berlusconi.