Maltempo, cade albero a Napoli: morto 62enne 

Pubblicato da in data 21 Dicembre 2019

Maltempo, cade albero a Napoli: morto 62enne

(Fotogramma /Ipa)

Pubblicato il: 22/12/2019 10:25

Il maltempo che sta flagellando l’Italia miete la prima vittima della giornata: un uomo di 62 anni è morto schiacciato da un albero caduto in via Nuova Agnano, a Napoli. La scena è stata notata intorno alle 7 di stamattina da un equipaggio del 118 in transito. I sanitari hanno provato a salvarlo, ma il 62enne è morto mentre veniva trasportato in ospedale.

Colpita duramente la Campania. A causa delle cattive condizioni meteo, persistono i disagi su alcuni tratti della strada statale 163 ‘Amalfitana’. In particolare permane la chiusura al traffico lungo il tratto dal km 29,000 al km 49,500, tra la località Capo d’Orso, nel comune di Maiori, e Vietri sul Mare, in provincia di Salerno, in entrambe le direzioni. Sul tracciato sono presenti fango e detriti. Sul posto sono presenti il personale Anas e le Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e il ripristino della circolazione nel più breve tempo possibile. La pioggia e il forte vento hanno creato inoltre numerosi disagi a Benevento. Il vigili del fuoco sono al lavoro in queste ore per rimuovere alberi e cartelloni pubblicitari caduti. La portata dell’acqua dei fiumi, nonostante sia aumentata, per ora è sotto controllo.

E ancora, allagamenti e famiglie evacuate nella notte in Irpinia. Numerosi gli interventi di carabinieri, vigili del fuoco e Protezione Civile. Le forti piogge che si sono abbattute sulla provincia dalla mattinata di ieri hanno causato ingenti danni. Sgomberato l’intero centro di San Martino Valle Caudina con almeno 300 persone evacuate. Il torrente Caudino è esondato a causa di una frana che ha intasato il corso d’acqua. Il fiume si è riversato tra le strade del paese. La zona sarebbe la stessa in cui si verificò lo smottamento del 1999 che causò 6 morti e 3000 sfollati. Le operazioni di messa in sicurezza sono andate avanti fino a questa mattina per disostruire il torrente. In contemporanea gli operatori di vigili del fuoco e protezione civile hanno divelto il manto stradale e effettuato dei grossi fori, con l’acqua che sta defluendo nel fiume tombato che scorre al di sotto della strada.

Disagi anche nel resto della provincia a causa dei numerosi alberi abbattuti dal maltempo. I vigili del fuoco sono al lavoro per rimuoverli. Numerosi anche gli allagamenti e smottamenti con acqua e fango che hanno invaso le strade. Nella serata di ieri erano state evacuate anche due famiglie a Cervinara, rimaste isolate dopo l’esondazione del fiume Isclero. E’ stato necessario l’intervento dei gommoni del Nucleo Soccorso Acquatico per metterle in salvo.

Intanto, nel Lazio, a causa delle condizioni meteo avverse e per la caduta di rami e alberi sulla carreggiata, si registrano numerosi disagi sulle strade statali 7 ‘Appia’ e 148 ‘Pontina’ in provincia di Latina. In particolare, fa sapere l’Anas, sono provvisoriamente chiusi sulla SS7 ‘Appia’ il tratto al km 49,400 a Cisterna di Latina e il tratto a km 85,200 a Pontinia in entrambe le direzioni. Sulla ‘Pontina’ al momento è chiuso il tratto al km 101,000 a Latina. Le deviazioni vengono segnalate in loco. Sul posto sono presenti il personale Anas e le Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e il ripristino della circolazione nel più breve tempo possibile.

In Toscana l’Arno è in piena. La sala di protezione civile della Città Metropolitana di Firenze segnala infattiche durante la notte sono piovuti sul territorio fino a 40/50 mm di pioggia. “Questo – spiega Massimo Fratini, consigliere della Metrocittà delegato alla Protezione civile – ha comportato un nuovo aumento dei livelli dei corsi d’acqua, con il secondo livello superato da Ombrone Pistoiese e Sieve a Dicomano, mentre è stato sfiorato dal Bisenzio. Tuttavia, al momento le precipitazioni sono in forte attenuazione e comunque la parte principale della perturbazione è passata”. Si verificherà un aumento, prevedibile, dei livelli idrometrici dell’Arno che agli Uffizi e a Rosano ha superato il I livello di guardia. La situazione non desta preoccupazione “ma va monitorata”, precisa Fratini.

I vigili del fuoco del comando di Siena ieri sera sono intervenuti alle Logge del Papa per la caduta di una porzione di cornicione sulle logge sottostanti. La squadra dei pompieri ha provveduto alla rimozione delle parti pericolanti e per sicurezza è stato inibito l’accesso al sottostante appartamento. Non si segnalano persone coinvolte.

E a causa del maltempo si sono verificate frane diffuse, con segnalazioni di alberi e rami a terra soprattutto nella zona empolese. Allagamenti si sono verificati a Scandicci. E’ caduto un palo della Telecom (linea secondaria) vicino al cantiere per la passerella di San Donnino. Fenomeni erosivi si sono verificati sugli argini del Vingone. I vigili del fuoco sono stati al lavoro su un tetto a Vingone.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background