Manovra, Confesercenti invita governo a scrivere quella ‘vera’ con parti sociali nel 2020  

Pubblicato da in data 21 Dicembre 2019

Manovra, Confesercenti invita governo a scrivere quella 'vera' con parti sociali nel 2020

Pubblicato il: 22/12/2019 17:11

Confesercenti auspica che da gennaio, si possa tornare subito a lavorare sulle questioni lasciate aperte dalla manovra e dai provvedimenti collegati. “Noi chiederemo interventi, in particolare, per il ripristino della cedolare secca sulle attività commerciali, che vorremmo correggere per essere più efficace per chi affitta e meno onerosa per le casse dell’erario; ma anche sull’anti-incendio per gli alberghi e ancora sulla lotteria dello scontrino, approfittando dei sei mesi di proroga del provvedimento”. E’ quanto afferma all’Adnkronos il segretario generale di Confesercenti Mauro Bussoni.

“Non c’è nulla per il rilancio dell’economia e della competitività, a partire dal turismo e dalla formazione. – osserva Bussoni – soprattutto, non c’è la riduzione fiscale che il sistema Italia attende ormai da anni. In compenso, si cede alla contraddizione di demonizzare il gioco e di usarlo allo stesso tempo per fare cassa”.

Dal punto di vista delle tasse, però, va comunque riconosciuto il blocco dell’Iva: ci siamo salvati da un maxi-aumento fiscale di oltre 20 miliardi di euro. Ora però – aggiunge – dobbiamo passare ad una visione di prospettiva, ed il nostro auspicio è che il cambio di passo annunciato dal governo per gennaio sia proprio questo: la riapertura del confronto con le parti sociali, associazioni e sindacati, per scrivere già dall’inizio del 2020 la vera manovra, quella che deve rilanciare la crescita del Paese oltre la fase d’emergenza”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background