Attacco al rabbino, “aggressore soffre di disturbi mentali” 

Pubblicato da in data 29 Dicembre 2019

Attacco al rabbino, aggressore soffre di disturbi mentali

(Afp)

Pubblicato il: 30/12/2019 16:38

La famiglia di Grafton Thomas, l’uomo che ha ferito cinque persone con un machete in casa di un rabbino, afferma che il suo congiunto soffre da tempo di disturbi mentali e “non fa parte di alcun gruppo di odio“.

L’uomo “ha una lunga storia di disturbi mentali e ricoveri ospedalieri, non ha precedenti per atti violenti o condanne per reati – ha puntualizzato la famiglia tramite una dichiarazione dell’avvocato Michael Sussman, ripresa dai media americani – non ha un passato conosciuto di antisemitismo ed è cresciuto in una famiglia che rispetta tutte le razze e le religioni. Non fa parte di alcun gruppo di odio”.

La famiglia dice di ritenere che l’aggressione di sabato sera nella casa di un rabbino a Monsey, vicino New York, sia dovuta ai problemi mentali di Grafton Thomas e ha chiesto all’avvocato di chiedere una perizia psichiatrica del suo assistito. “Esprimiamo la nostra più profonda preoccupazione e preghiamo per chi è stato ferito o colpito in altro modo dagli eventi di sabato sera”, conclude la famiglia dell’uomo, un afroamericano di 37 anni, arrestato dalla polizia.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background