Prescrizione, Italia Viva non cede 

Pubblicato da in data 5 Febbraio 2020

Prescrizione, Italia Viva non cede

(Fotogramma)

Pubblicato il: 06/02/2020 20:38

Da fonti di Italia Viva si apprende che “la delegazione di Italia Viva rimane ferma sulla posizione espressa da tutti gli avvocati e dalla maggioranza dei magistrati sulla prescrizione“.

“La proposta di mediazione avanzata da Lucia Annibali con un emendamento al MilleProroghe è la soluzione più intelligente per approfondire la discussione con spirito costruttivo. Se il resto della maggioranza vorrà seguire Bonafede nel muro contro muro si voterà alla Camera prima il Lodo Annibali, poi la Legge Costa. Nel caso in cui non vi fossero i numeri al Senato Italia Viva presenterà una proposta di legge di ripristino della Legge Orlando con la firma di tutti i senatori del gruppo incluso Renzi. E chiederà di votarla a Palazzo Madama dove Bonafede non ha i numeri anche col sostengo del Pd“. “Italia Viva dunque non accelera e non polemizza ma da qui a sei mesi Bonafede dovrà cedere. Se non lo convincerà la politica, ci penserà la matematica”.

“E’ Bonafede che è arroccato sulle sue posizioni e il Pd che ha dimenticato la riforma Orlando, noi rimaniamo sulla nostra posizione”, dice Giuseppe Cucca, lasciando il vertice a Palazzo Chigi sulla riforma del processo penale risponde alle domande dei cronisti.

“Noi non siamo d’accordo sul merito e speriamo che lunedì in Cdm non ci sia all’odg un decreto legge con il lodo Conte bis”. Lo afferma la deputata Lucia Annibali, al termine del vertice. “La prima votazione – prosegue l’esponente di Iv – sarà in commissione alla Camera la prossima settimana con il mio lodo come emendamento al decreto legge milleproroghe. Poi, sempre alla Camera, ci sarà la votazione sul ddl Costa”. Sul lodo Conte bis “intanto vediamo se arriva in Cdm lunedì, c’è ancora tempo, oggi è solo giovedì…”.

“Auguriamo al ministro Bonafede di aver fatto bene i conti. Perche al decreto mancheranno i voti di Italia Viva. Magari glielo vota Salvini anche stavolta. Noi NO”, scrive su Twitter Luciano Nobili.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background