Vitalizi, in piazza l’orgoglio grillino 

Pubblicato da in data 14 Febbraio 2020

Vitalizi, in piazza l'orgoglio grillino

(Fotogramma)

Pubblicato il: 15/02/2020 07:07

Gridare “mai più vitaliziper dire che il Movimento 5 Stelle c’è ancora. Oggi alle 14, in Piazza Santi Apostoli a Roma, va in scena la manifestazione dell’orgoglio grillino. Il M5S prova a ricompattarsi attorno a uno dei suoi storici cavalli di battaglia, mentre si accende la polemica sulla Commissione chiamata a decidere in merito ai ricorsi degli ex senatori sui vitalizi, con la presidente di Palazzo Madama, Elisabetta Casellati, che ha invitato i componenti dell’organismo a valutare le dimissioni per “spazzare via qualsiasi dubbio” sulla sua terzietà. E mentre gli attivisti pentastellati si preparano a riempire la piazza (sono in arrivo pullman da tutta Italia), il capo politico Vito Crimi, nel presentare l’evento di oggi, ha parlato di “importantissima battaglia di civiltà”: “Qui il governo non c’entra niente: a decidere sul destino dei vitalizi è una Commissione interna al Senato. L’unica via per proteggere ciò che di buono stiamo facendo è accendere un faro su questo scandalo e far sentire la nostra voce… Manifesteremo pacificamente contro questa ennesima vergogna”, afferma il reggente grillino.

Madrina della manifestazione sarà Paola Taverna: i riflettori sono puntati sul suo intervento, anche in vista di una possibile corsa della vicepresidente del Senato verso la leadership del M5S ai prossimi stati generali. Ma l’evento anti-vitalizi rappresenterà soprattutto per Luigi Di Maio l’occasione per riprendersi la scena dopo l’addio alla guida del Movimento. Il ministro degli Esteri non mancherà di far sentire la propria voce.

Così come non mancheranno parlamentari (a partire dai capigruppo di Senato e Camera) e ministri grillini. Il palco, a quanto si apprende, sarà aperto anche agli interventi degli attivisti, dal momento che la protesta di domani nasce soprattutto grazie a un’iniziativa spontanea su Facebook.

Quella dei grillini sarà una sorta di ‘sfida’ a distanza con le sardine, che il giorno dopo, domenica 16 febbraio, si riuniranno nella stessa piazza per chiedere l’abolizione dei decreti sicurezza e proporre “idee propositive sul futuro della Capitale”. Un confronto indiretto che arriva dopo le critiche del leader delle Sardine, Mattia Santori, alla scelta dei pentastellati di scendere in piazza contro i vitalizi, seguite dalla dura replica dei 5 Stelle (“siete il vuoto che avanza”, ha commentato il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano). Alla vigilia dell’appuntamento, Crimi ha invita a non polemizzare: “Tutte le piazze con manifestazioni pacifiche e colorate sono da rispettare. Invito tutti ad unirsi alla nostra battaglia”. E sottolinea ancora una volta come la piazza anti-vitalizi non abbia “nulla a che vedere con il governo”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background