Coronavirus, vescovo 98enne paziente più vecchio guarito in Cina 

Pubblicato da in data 16 Febbraio 2020

Coronavirus, vescovo 98enne paziente più vecchio guarito in Cina

(Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 17/02/2020 14:42

Il vescovo di Nanyang, mons. Giuseppe Zhu Baoyu è il più vecchio paziente guarito dal coronavirus. Il 98enne pastore, racconta AsiaNews, si era ammalato di polmonite da Covid-19 lo scorso 3 febbraio. Dal 12 febbraio è risultato negativo ai test e il 14 febbraio i suoi polmoni non erano più infettati. “Mons. Zhu – racconta ancora l’agenzia di padre Bernardo Cervellera – è stato curato all’ospedale centrale di Nanyang e presentava oltre al virus anche altre malattie come aritmia e versamenti pleurici. È guarito grazie a un catetere per il drenaggio del torace. La guarigione di mons. Zhu ha dell’eccezionale: finora tutti i dottori e gli epidemiologi avevano detto che il coronavirus è fatale per le persone anziane e per i pazienti che sono affetti da altre malattie. La guarigione di mons. Zhu è divenuta un caso in Cina e il ‘Quotidiano del popolo’ gli ha dedicato un articolo e un video”.

Guarita anche una bimba di 2 mesi. La piccola, una delle più giovani ammalate per il coronavirus, è stata dimessa oggi da un ospedale di Chaozhou, nella provincia meridionale cinese di Guangdong. La piccola, che aveva sviluppato una polmonite, è guarita e risulta ora negativa al test.

Provenienti da Wuhan, la bambina e i suoi famigliari erano arrivati in città la scorso 25 gennaio per visitare alcuni parenti. La famiglia – oltre ai genitori anche una nonna e un fratellino – era stata posta in quarantena in una stanza d’albergo, ma si sono tutti ammalati uno a uno. La bambina è stata trovata positiva al coronavirus il 4 febbraio ed è subito stata trasferita nel reparto pediatrico di un ospedale. E’ stata ora dimessa dopo 13 giorni di cure.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background