Coronavirus, Conte a Mara Venier: “Preoccupazione sì, panico no” 

Coronavirus, Conte a Mara Venier: Preoccupazione sì, panico no

Pubblicato il: 23/02/2020 16:58

“Siamo andati in onda, ma non le nascondo che c’è una preoccupazione palpabile. Come mai ci siamo ritrovati in questa emergenza?”. Mara Venier si rivolge così al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che si collega con Domenica In dalla Protezione Civile. “La preoccupazione è comprensibile, il panico no. Stiamo lavorando intensamente. Stiamo adottando tutte le misure per contenere la diffusione del coronavirus”, bisogna “contenerlo per evitare effetti negativi sulla popolazione. Comprendo che i cittadini siano preoccupati ma stiamoa dottando le misure più rigorose nel segno della preparazione. Abbiamo scoperto tanti casi, facciamo controlli accurati”, aggiunge il premier evidenziando la “linea di massimo rigore e di massima protezione per i cittadini italiani”.

“E’ importante la collaborazione ed è importante esprimere solidarietà alle persone” che subiscono “misure restrittive”. “Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare, sempre su indicazione del comitato tecnico-scientifico. Ad un certo punto diventa anche un caso fortuito, una persona scappa dalle maglie. Il paziente zero ha una vita dinamica, tanti contatti e diffonde il contagio. Se conterremo il contagio come stiamo facendo e come contiamo di fare, proteggeremo i cittadini”., dice ancora il presidente del Consiglio. Che consigli dà ai cittadini? “La cosa più importante è non affidarsi ad alcuna forma di panico. Stiamo predisponendo una campagna di informazione, tutti saranno chiamati ad essere partecipi in questo programma. Vedrete che ce la faremo, conterremo il contagio e tutti insieme usciremo vittoriosi”.