Coronavirus, sindaco raffreddato in tv: “Mancano i tamponi” 

Coronavirus, sindaco raffreddato in tv: Mancano i tamponi

Pubblicato il: 24/02/2020 08:05

“Ero stato convocato per fare un tampone ma mancano i tamponi”. Così il sindaco di Bertonico Angelo Chiesa, affetto da raffreddore, intervenuto a ‘Che tempo che fa’, ha risposto a una domanda di Fabio Fazio che gli chiedeva se fosse stato sottoposto anche lui al tampone per il Coronavirus. Bertonico è uno dei comuni del lodigiano per cui il governo ha disposto l’isolamento. “Non in Italia, non possono mancare i test. Non va bene, bisogna fare qualcosa immediatamente”, dice il virologo Roberto Burioni dallo studio Milano. “Sindaco Chiesa, lei ha detto una cosa importante”, dice Fazio. “Sono sconfortato -dice Burioni-. In generale, quando c’è un farmaco, si dice ‘prima i più gravi’. In questo caso devono essere analizzati anche i meno gravi”. “Dovrei andare a fare il tampone a Sant’Angelo Lodigiano ma me l’hanno sospeso, momentaneamente non ci sono i tamponi… Però io non ho febbre…”, aggiunge il primo cittadino.

Giulio Gallera, Assessore alla Sanità della Regione Lombardia, in collegamento a Che tempo che fa, interviene: “I tamponi chiaramente un po’ scarseggiano, ne abbiamo fatti 1.000 in 3 giorni, abbiamo già ordinato nuovi quantitativi. Abbiamo in queste ore modificato l’approccio: il tampone solo per verificare la positività in un soggetto che manifesta già uno stato febbrile, finora l’abbiamo usato random nei confronti di tutti, abbiamo adottato modalità diversa”.

“Quando i casi diventano molti non ha senso farlo a un soggetto che sta bene. La scelta sanitaria che abbiamo deciso di fare che ogni contatto diretto della persona positiva viene messo in isolamento, quando ha febbre viene portato in ospedale per fare un tampone”, aggiunge.