Roma, cadavere in un tombino 

Roma, cadavere in un tombino

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 24/02/2020 20:58

Potrebbe essere morto per un malore oppure per una caduta l’uomo trovato morto, nel pomeriggio, in un tombino in zona Flaminia all’altezza della stazione La Celsa a Roma. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con i sommozzatori, per recuperare la salma e i carabinieri di Roma Cassia che stanno indagando sull’accaduto. Il corpo è stato trovato in un tombino in una zona non lontana da Ponte Giubileo, dove si trova un insediamento abusivo.

Dai primi accertamenti dei carabinieri, sembra che il tombino, che termina in un canale di scolo nel Tevere, venisse usato da chi abita nell’insediamento abusivo per fare i propri bisogni. Forse a causa di un malore o per una caduta nel tombino stesso, alto circa due metri, l’uomo è deceduto. Sul corpo non stati apparentemente trovati segni di violenza, ma per chiarire le cause esatte del decesso è stata disposta l’autopsia.