Coronavirus, virologa a giornalista: “Quella mascherina non basta” 

Pubblicato da in data 24 Febbraio 2020

Coronavirus, virologa a giornalista: Quella mascherina non basta

Pubblicato il: 25/02/2020 13:00

“Il giornalista, a contatto con persone che potrebbero essere positive, dovrebbe essere trattato come un sanitario. Per una precauzione utile dovrebbe mettere una mascherina. Questa mascherina che ha, non blocca il virus ma impedisce di respirare particelle di saliva, ha una certa protezione. Il contagio avviene con ripetuti contatti a meno di un metro e mezzo”. Maria Rita Gismondo, responsabile della Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, si esprime così davanti alle immagini del cronista di L’Aria che tira, inviato nell’area di Casalpusterlengo.

Il giornalista è accanto ad un uomo che, residente nella zona rossa, lamenta disturbi. “Se il signore ha la polmonite, deve chiamare il medico curante. Questo signore è stato invitato a stare a casa ed è fuori a parlare con altre persone. Non si possono fare tamponi a tutti e se qualcuno gli ha detto di stare a casa, dovrebbe stare a casa”, dice Gismondo. “Il medico mi ha detto di chiamare il 118 ma nessuno ha risposto. Ho chiamato i numeri ma nessuno ci ha risposto”, dice il cittadino. “Io sto seguendo le direttive del ministero della Sanità, sono fuori dalla zona rossa e sto indossando la mascherina”, le parole del cronista.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background