Coronavirus, morto un altro passeggero della Diamond 

Coronavirus, morto un altro passeggero della Diamond

(Foto Afp)

Pubblicato il: 01/03/2020 08:46

Prima vittima in Australia. Un 78enne, che ha contratto il coronavirus insieme a sua moglie a bordo della nave da crociera Diamond Princess, è deceduto questa mattina all’ospedale Sir Charles Gairdner di Perth. Lo rendono noto le autorità australiane. Il malato era risultato positivo dieci giorni fa mentre era in isolamento a Howard Springs, dopo essere stato messo in quarantena per due settimane a bordo della Diamond Princess a Yokohama, in Giappone. Sua moglie, settantenne, a cui è stato diagnosticato il virus qualche giorno fa, è in condizioni stabili all’ospedale.

Un tailandese di 35 anni, positivo al nuovo coronavirus, è morto oggi. Si tratta della prima vittima in Thailandia. Ad annunciarlo è un funzionario del ministero della sanità tailandese, Suwannachai Watthanayingcharoenchai. L’uomo era stato ricoverato inizialmente per malaria ma poi era risultato positivo al Covid-19. La Thailandia ha finora confermato 42 casi di coronavirus, 30 persone sono state dimesse dall’ospedale mentre 11 pazienti sono ancora in cura.

Intanto in Cina ci sono stati 35 nuovi decessi e 573 nuovi casi positivi. Lo hanno reso noto oggi le autorità sanitarie cinesi. Il bilancio totale delle vittime sale così a 2.870 e il numero dei casi positivi confermati a quasi 80mila. Dei nuovi casi, 570 erano nella provincia di Hubei, l’epicentro dell’epidemia di coronavirus. La provincia è anche il luogo in cui sono stati registrati 34 dei nuovi decessi.

Continua a crescere il numero dei casi di coronavirus in Corea del Sud. Il numero dei contagiati è salito ulteriormente attestandosi a 3.736 casi, in aumento di 586 rispetto al giorno precedente. Il numero delle vittime è salito a 18 dai 17 di ieri. Quattordici pazienti sono ancora in condizioni critiche. Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-In ha chiamato “all’unità nazionale” nella lotta all’emergenza e ha chiesto una “stretta cooperazione internazionale”. Moon Jae-In ha sottolineato il suo impegno a utilizzare i fondi di riserva, nonché un maggiore budget per lottare contro l’emergenza.