Burioni: “Tutti sono morti a causa del coronavirus” 

Pubblicato da in data 5 Marzo 2020

Burioni: Tutti sono morti a causa del coronavirus

(Fotogramma)

Pubblicato il: 06/03/2020 13:29

“Posto che si muore sempre per un arresto circolatorio, tutti sono morti a causa del coronavirus. Se un malato terminale contrae il coronavirus non ce ne accorgiamo neanche”. Lo scrive su Twitter il virologo Roberto Burioni rispondendo ad una domanda di un giornalista che chiede “finora è stata stabilita una correlazione diretta tra questa infezione e il decesso? Detto banalmente: qualcuno è morto ‘di Coronavirus’?”.

A chi ipotizza che vengano imputati al virus decessi provocati da altre patologie, replica: “Questo assolutamente non avviene, è la nuova pericolosa scemenza dopo ‘è solo un’influenza’”.

Il giornalista Antonello Piroso scrive che “in Italia secondo me c’è un modo di contare i morti per coronavirus sbagliato. Contiamo chi muore CON il coronavirus, non PER. Che senso ha?Gli altri paesi non lo fanno”.

“Lasciamo stare i morti -commenta Burioni-. Quanti sono in questo momento i pazienti ricoverati in terapia intensiva A CAUSA del coronavirus e non CON il coronavirus? Perché i reparti da alcuni giorni scoppiano e l’anno scorso no?Contiamo anche questi pazienti in modo errato? BASTA DISINFORMAZIONE!”.

Posto che si muore sempre per un arresto circolatorio, tutti sono morti a causa del coronavirus. Se un malato terminale contrae il coronavirus non ce ne accorgiamo neanche.

— Roberto Burioni (@RobertoBurioni) March 6, 2020


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background