Coronavirus, Trump: “Cura non sarà peggiore del problema” 

Coronavirus, Trump: Cura non sarà peggiore del problema

Fotogramma

Pubblicato il: 23/03/2020 23:56

“Non lasceremo che la cura sia peggiore del problema. Alla fine di questo periodo di 15 giorni, prenderemo una decisione”. Lo ha detto il presidente Usa Donald Trump durante il briefing quotidiano della task force sul coronavirus. Trump ha spiegato di poter rivedere le misure prese e di sperare che gli Stati Uniti saranno presto “open for business”, perché, ha detto abbiamo chiuso il paese “abbastanza bene per sbarazzarci di questo nemico invisibile”.

Il presidente Usa ha anche annunciato che è in corso la distribuzione di milioni di mascherine e dispositivi di protezione individuale nei “punti caldi” del paese. In particolare, sono 8 milioni le mascherine in distribuzione, mentre 73 pallet di dispositivi di protezione individuale saranno spediti a New York e 36 nello stato di Washington, due aree in cui il Covid-19 ha colpito particolarmente duramente.

Il presidente Usa Donald Trump ha quindi firmato un ordine esecutivo che vieta l’accumulo di attrezzature e forniture mediche utilizzate per il trattamento e la prevenzione del coronavirus. L’ordine “vieterà l’accumulo di attrezzature e forniture mediche essenziali, come disinfettanti per le mani, maschere per il viso e dispositivi di protezione individuale”, ha dichiarato al briefing.

“Molto semplicemente, non permetteremo a nessuno di sfruttare la sofferenza dei cittadini americani per il proprio profitto”, ha detto Trump, spiegando che l’obiettivo dell’ordine esecutivo è colpire chi accumula “questi beni e materiali su scala industriale allo scopo di manipolare il mercato e alla fine ricavare profitti inattesi” e non toccherà “consumatori o aziende che accumulano forniture per le proprie operazioni”.