Metaponto, trovato morto il bimbo scomparso 

Pubblicato da in data 27 Marzo 2020

Metaponto, trovato morto il bimbo scomparso

(Fotogramma)

Pubblicato il: 28/03/2020 09:11

Tragedia a Metaponto, in provincia di Matera. E’ stato trovato morto il bambino di tre anni scomparso ieri mattina in contrada Marinella, dall’abitazione nei pressi del fiume Bradano. Il corpo è stato trovato dall’unità cinofila dei carabinieri di Firenze alla ripresa delle ricerche. Era riverso nel fango melmoso di un canneto adiacente il fiume.

Il bimbo è stato cercato senza sosta dopo l’allarme dato dai genitori. Questa mattina il corpo è stato trovato senza vita, dopo le 8. L’abbassamento del livello dell’acqua del fiume Bradano, avvenuto questa notte, ha consentito di individuae il corpo. Già da ieri le tracce portavano proprio lì, al fiume, che dista meno di mezzo chilometro dall’abitazione rurale dove il bambino viveva con i genitori. Il piccolo è uscito di casa verso le 11 e probabilmente stava giocando con i cani.

Quando i genitori si sono accorti dell’assenza, non trovandolo nei dintorni, hanno avvisato le forze dell’ordine ma probabilmente era già tardi. Il piccolo è stato ritrovato in una pozza fangosa, sull’argine del fiume. A cercarlo sono state decine di persone tra sommozzatori dei vigili del fuoco, carabinieri, poliziotti, tecnici del soccorso alpino e volontari, con l’impiego di cani molecolari, droni con termocamere e il sorvolo dell’area con un elicottero. Le battute a piedi e in auto si sono svolte pure nella notte, nella speranza che il bambino non si fosse diretto verso il fiume bensì nei campi agricoli, smarrendosi.

”Diego, amore, dove sei? torni a casa?”, è stato il messaggio diffuso con gli altoparlanti. Invece il bambino è stato trovato proprio dove sin dal primo momento erano state rinvenute le sue ultime tracce. Contrada Marinella è una località rurale, al confine tra la Basilicata (Metaponto) e la Puglia (Ginosa, Taranto), attraversata dalla parte terminale del fiume che sfocia nel mare Jonio. Il livello del corso d’acqua si è innalzato proprio l’altro ieri, dopo due giorni di pioggia.

“Abbiamo sperato per tutta la giornata di ieri e per tutta la notte ma la tragedia con la quale dobbiamo fare i conti questa mattina ci coglie impreparati perché proprio non riusciamo ad accettare l’idea che una giovane vita possa finire a causa di un destino crudele”, dice il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. ”Ai genitori e ai familiari formulo le più sentite e partecipate condoglianze, anche a nome della giunta regionale e dei lucani. Il ringraziamento della nostra comunità – conclude Bardi – va ai vigili del fuoco, ai carabinieri, alla polizia e ai volontari che hanno profuso il massimo sforzo nelle attività di ricerca”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background