Bollo auto, pagamenti e sospensioni: cosa cambia 

Pubblicato da in data 30 Marzo 2020

Bollo auto, pagamenti e sospensioni: cosa cambia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 31/03/2020 13:09

Bollo auto e pagamenti. Cosa succede nelle diverse regioni durante l’emergenza coronavirus? La situazione varia a livello locale con provvedimenti differenti, come ricorda luceverde.it.

Regione Lombardia – La Giunta Regionale prevede, per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio della regione Lombardia, per i tributi regionali non amministrati in Convenzione con l’Agenzia delle Entrate (Bollo Auto, Eco tassa e Tassa sulle Concessioni), nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 la sospensione fino al 30 di Giugno.

Emilia Romagna – La Giunta Regionale ha deciso che la tassa auto in scadenza nei mesi di marzo e aprile 2020 possa essere pagata entro il prossimo 30 giugno, senza alcun aggravio di costi per ritardato pagamento.

Piemonte – Una delibera approvata dalla Giunta stabilisce che: sia ammesso senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi di qualsiasi specie e natura il pagamento entro il 30 giugno 2020 delle tasse automobilistiche dovute nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, fermo restando che non si provvede al rimborso di quanto già versato;

Marche – La Giunta regionale ha approvato una proposta di legge che posticipa fino al 31 luglio il pagamento del bollo auto.

Toscana – La Giunta regionale ha stabilito che chi deve pagare il bollo entro il 31 marzo, il 30 aprile o il 30 maggio, potrà versare quanto dovuto senza sanzioni ed interessi entro il 30 giugno.

Umbria – La Giunta ha deliberato che il pagamento delle somme dovute dal 1 marzo al 30 aprile è stato infatti posticipato al 30 giugno 2020, senza sanzioni o interessi per l’utente.

Campania -La Giunta Regionale ha disposto, la sospensione di tutti gli adempimenti tributari e dei termini dei versamenti relativi alla tassa automobilistica regionale che scadono nel periodo compreso tra il 24 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020, prorogando tali termini al 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Al momento, si legge su luceverde.it, il bollo auto in scadenza nei prossimi mesi è da pagare in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. Non è possibile effettuare il pagamento presso gli sportelli fisici del Pubblico Registro Automoblistico: l’ACI ne ha disposto la chiusura. Il versamento è perfezionabile online, nella sezione dedicata del sito dell’ACI o tramite le applicazioni PagoPA e Satispay oppure presso le tabaccherie.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background