Coronavirus, l’indagine: ‘4500 morti a Bergamo’ 

Pubblicato da in data 31 Marzo 2020

Coronavirus, l'indagine: '4500 morti a Bergamo'

(Afp)

Pubblicato il: 01/04/2020 19:08

A Bergamo e provincia si può stimare che i morti per Covid19 siano stati 4.500 nel solo mese di marzo 2020 rispetto ai 2.060 morti per il virus delle statistiche ufficiali. E i contagiati potrebbero essere 288mila in tutta la provincia. E’ il bilancio che emerge dal monitoraggio dei decessi realizzato da InTwig, società bergamasca di data management e comunicazione. L’indagine, curata da Aldo Cristadoro, professore di Metodi digitali per la Ricerca sociale all’Università degli Studi di Bergamo, e realizzata in collaborazione con il principale quotidiano locale, L’Eco di Bergamo, ha basato le sue stime sul tasso di letalità dell’1,57% del coronavirus, in linea con il report dell’Imperial College.

Il monitoraggio è stata lanciato il 26 marzo 2020 con l’invito a tutti i sindaci dei Comuni bergamaschi (243) a fornire i numeri ufficiali dei decessi per capire la mortalità reale mettendo a confronto i dati dei primi tre mesi del 2020 con quelli degli anni passati. A oggi, spiega una nota di InTwig, hanno risposto 91 Comuni (su 243) che rappresentano il 54% della popolazione (607 mila abitanti) della provincia di Bergamo.

Se la stima sui 288mila contagiati fosse reale, corrisponderebbe al 26% degli abitanti (1 su 4) con punte non solo in Val Seriana (46%) ma in Val Bremana (46%), nei laghi (35%) e nell’area urbana di Bergamo (30%).

“I dati – spiega Cristadoro – sono ricavati da una proiezione statistica delle risposte date dai sindaci intervistati sull’intera popolazione della Provincia di Bergamo. I dati forniti dalle anagrafi comunali sono stati confrontati con quelli storici, mese per mese, così è stato possibile calcolare gli incrementi di mortalità attribuibili al Covid19. Per stimare i contagiati sono stati considerati gli studi più recenti che applicano i tassi di letalità complessiva alla struttura demografica italiana. I dati, molto diversi da quelli ufficiali, confermano il grido d’allarme dei sindaci del territorio e, purtroppo, sono destinati a crescere”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background