Gualtieri: “Governo al lavoro per ulteriore sostegno a liquidità'” 

Pubblicato da in data 31 Marzo 2020

Gualtieri: Governo al lavoro per ulteriore sostegno a liquidità'

Roberto Gualtieri (Fotogramma)

Pubblicato il: 01/04/2020 15:52

“Il governo è al lavoro per rafforzare ulteriormente le misure già prese a sostegno della liquidità di famiglie e imprese”. Lo afferma il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, intervenendo al question time della Camera. ”Intendiamo presentare quanto prima una misura volta a rafforzare ulteriormente il tema delle garanzie dello stato ai prestiti alle imprese”, aggiunge.

“Stiamo parlando di un atto tra soggetti privati, sottoscritto su impulso del governo, meritoriamente volto a mettere a disposizione uno strumento in grado di rendere più sostenibile il pagamento della cig, non è richiesta l’apertuta di nuovi conti correnti, né occorre lo spostamento fisico del lavoratore”, dice Gualtieri chiarendo alcuni dettagli della convenzione con le banche per l’anticipo della cig prevista dal dl ‘Cura Italia’. “Chi ha già un conto corrente con una delle moltissime banche aderenti all’iniziativa può rapportarsi con la banca a distanza, non vi sono costi né per i lavoratori, né per i datori di lavoro, l’operazione si presenta senza rischi avendo garantito il governo le risorse sono sufficienti al fabbisogno delle aziende”, spiega.

”La Bce sta svolgendo in modo adeguato il proprio ruolo e, grazie alla sua azione, l’Italia non è sola in questa crisi”. Il Consiglio europeo, nelle sue conclusioni, ricorda il ministro, ”ha espresso il proprio unanime, pieno supporto per l’azione risoluta svolta dalla Bce, per assicurare condizioni di finanziamento favorevoli a tutti i paesi dell’area dell’euro”.

“Siamo pienamente al lavoro” per interventi sulla liquidità delle imprese che libereranno complessivamente risorse per “oltre 500 miliardi”, dice ancora.

“Come noto già con il dl marzo sono state messe in campo misure per prestiti con garanzie” che liberano risorse “per circa 350 mld per supportare il lavoratori autonomi e le pmi”. Ma si lavora anche a ulteriori misure per le imprese che consentiranno di “erogare garanzie ulteriori” per attivare complessivamente “200 mld, in modalità analoghe agli altri stati europei”, afferma.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background