Cdm per dl liquidità, su tavolo anche golden power 

Cdm per dl liquidità, su tavolo anche golden power

Pubblicato il: 06/04/2020 11:08

Il Consiglio dei ministri previsto per questa mattina, a quanto si apprende, si terrà alle 11.30. All’ordine del giorno, non ancora ufficializzato, ci dovrebbe essere il cosiddetto decreto liquidità a favore delle imprese e anche il provvedimento sull’uso della golden power a tutela degli asset strategici nazionali contro le scalate ostili.

La bozza del dl per il credito alle imprese atteso oggi in Cdm prevede il credito di imposta anche sull’acquisto di mascherine e di altri dispositivi di protezione individuale. La disposizione estende “le tipologie di spese ammesse al credito d’imposta attribuito per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro” includendo quelle relative all’acquisto di dispositivi di protezione individuale (quali, ad esempio, mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari), ovvero all’acquisto e all’installazione di altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale (quali, ad esempio, barriere e pannelli protettivi)”, si legge nella relazione al decreto. Sono, inoltre, compresi i detergenti mani e i disinfettanti.Il credito d’imposta è attribuito a ciascun beneficiario, fino all’importo massimo di 20.000 euro , nella misura del 50 per centodelle spese sostenute fino al 31 dicembre 2020, e comunque nel limite di spesa fissato in 50 milioni di euro.

Nuova proroga sui versamenti di tasse e contributi. Una bozza del dl sul credito alle imprese atteso oggi in Cdm estende al 30 maggio la sospensione dei versamenti fiscali e contributivi da parte delle imprese con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso che hanno subito una diminuzione dei ricavi o dei compensi di almeno il 33 per cento nel mese di marzo 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta e nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta. I versamenti sospesi, senza applicazione di sanzioni ed interessi, andranno effettuati in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal medesimo mese di giugno 2020.