Coronavirus, 200 italiani bloccati a Santo Domingo 

Coronavirus, 200 italiani bloccati a Santo Domingo

Immagine di repertorio (Afp)

Pubblicato il: 07/04/2020 20:51

Sono circa 200 gli italiani bloccati a Santo Domingo a causa dello stop dei voli legato all’emergenza coronavirus. Lo ha rivelato a ‘Il Cittadino’, quotidiano della Brianza, Giuseppe Ranieri, che sarebbe dovuto rientrare in Italia a fine marzo e che da 13 anni ha la sua seconda casa e trascorre i mesi invernali nella capitale della Repubblica Dominicana.

Con la pandemia in corso, però, i piani di viaggio di Ranieri sono cambiati ed ora è bloccato con altri 200 italiani senza possibilità di ripartire. Sull’isola il numero dei contagi, 1.300, è ancora relativamente basso, ma le strutture sanitarie, ha spiegato il 70enne di Lissone, “non sono assolutamente in grado di sopportare una crisi di questo tipo. Se il virus dovesse diffondersi in maniera massiccia qui ci troveremmo i morti per le strade. È per questo motivo che io e tutti gli altri italiani vogliamo rientrare in Italia al più presto”.

Ranieri in queste settimane ha più volte tentato di contattare l’ambasciata italiana per spiegare la situazione. “Gli italiani che sono qui sono soprattutto anziani – ha dichiarato a ‘Il Cittadino – molti di questi presentano anche diverse patologie”. Le autorità locali, in accordo con l’ambasciata italiana, hanno già organizzato due voli di rientro, il 22 e 29 marzo, ma a un prezzo molto elevato e solo alcuni sono tornati in Italia.